**
  • Home > Gossip > PETRANGELO UMILIA LA CARNIA E I SUOI ALBERGATORI
  • stampa articolo

    PETRANGELO UMILIA LA CARNIA E I SUOI ALBERGATORI

    451A

    Non sono bastati un cappello con pennacchio (vedi foto) ed una sciarpetta griffata al direttore generale di Turismo Fvg Marco Tullio Petrangelo per trasformarsi da guru dei rifiuti (vedi video youtube) a guru della comunicazione. E così ieri durante la sua visita, assieme alla governatrice Serracchiani, a Vinitaly, il responsabile della promozione di Turismo Fvg Petrangelo ha dichiarato alla stampa: "A volte servirebbe un mandi in più, un sorriso. Purtroppo lo stato degli hotel non aiuta: li vediamo tutti come sono i nostri alberghi. Lasciamo stare la fascia alta e altissima, ma pure i classici tre stelle sono quasi tutti stile anni Settanta". Altrettanto dura e ferma nel suo giudizio la governatrice Debora Serracchiani che ha dichiarato che "le istituzioni ci sono e devono esserci nel dare supporto e aiuto, ma poi devono pensarci gli imprenditori. La Carnia e la Pedemontana pordenonese dovrebbero essere sgrezzati". Immediata la replica dei vari operatori turistici, imprenditori e amministratori della montagna. Il primo ad andare su tutte le furie contro Petrangelo è il presidente di Carnia Welcome Massimo Peresson che si domanda se sia questa la promozione che un manager pubblico come il direttore di Turismo Fvg fa del territorio. Infuriato anche il sindaco di Forni di Sopra Lino Anziutti, ex manager che conosce da tempo Petrangelo. "Certe persone prima di parlare e denigrare il lavoro altrui dovrebbero conoscere la differenza fra avere uno stipendio pubblico e rischiare quotidianamente il proprio patrimonio. Molti albergatori e ristoratori mettono a repentaglio la sicurezza economica propria e della loro famiglia". Non risparma attacchi sui Social Network l'ex governatore Renzo Tondo, noto albergatore carnico, che bolla come irresponsabili le parole della Serracchiani e di Petrangelo. Tace, invece, per adesso il consigliere regionale del Pd Enzo Marsilio, fino a poco tempo fa presidente dell'Albergo Diffuso di Sutrio e padre di una ristoratrice di Sutrio.

  • Commenti

    1234
  • Finalmente una foto della serracchiani ... perbenista stai facendo progressi... Bravo. Comunque la migliore rimane quella scattata in compagnia di tutto il cda di Coopca in campagna elettorale. Commento inviato il 12-04-2016 alle 09:57 da SERRA
  • Occhio a cosa dite, mi pare che qualcuno sia portato a querelare, soprattutto se viene a sapere che dietro al commento c'è uno del 5stelle... Commento inviato il 12-04-2016 alle 09:55 da Avvocato
  • Tranquilli abbiamo Tolmezzo città alpina, designata per il 2017 a discapito di Bressanone. Tolmezzo che oggi poteva avere una piazza finita. Tolmezzo dove oggi a detta del sindaco e della sua giunta dovevano iniziare i lavori della piazza. Tolmezzo dove i lavori della piazza oggi non sono iniziati e .... Mi ven di ridi! Brollo, altro pupillo della Serracchiani. Commento inviato il 12-04-2016 alle 09:53 da Porco Spino
  • Se le parole pronunciate dalla Serracchaini sulla Carnia, fossero state dette da un Carnico, oggi sul messaggero veneto non ci sarebbe stato abbastanza spazio per pubblicare tutti gli insulti e le repliche dei tanti amministratori ed albergatori Carnici. Ma quando parla la signora dalla frangetta, come qualcuno l'ha battezzata, in Carnia cala il silenzio. Amministratori concordi o codardi? E la signora di Sauris che si occupa di turismo ed alberghi da decenni cosa dice? E quel noto presidente dal sigaro, che su ogni argomento ha una soluzione in tasca, cosa dice? Commento inviato il 12-04-2016 alle 09:48 da Paperino
  • La presidente Serracchiani (assessore alla montagna) è al corrente del mega investimento che la comunità montana sta facendo a Pradibosco PISTE DA SCI PER 3 MILIONI DI EURO. PER CHI? Commento inviato il 12-04-2016 alle 09:42 da Anonimo
  • Ma Peresson, presidente di Carnia Welcome, mano destra della Serracchiani in Carnia, morde la mano a chi lo foraggia? E che foraggio... ragazzi. Fieno di prima scelta (verrebbe da dire "grano") ed in abbondanza. Con quali risultati? Se la Serracchiani poi è d'accordo con il giudizio di Petrangelo viene da chiedersi se non sia tutta una pubblicità machiavellica. Forse noi che siamo il popolino incompetente non riusciamo a capire che questa è tutta pubblicità per la Carnia. I guru pubblicitari dicono che non importa che se ne parli bene o male, l'importante è che se ne parli. Di soldi in Carnia poi, se ne sono spesi tanti e... MALE. Grazie alle "in"competenze dei vari amministratori che si sono succeduti. Ma non preoccupatevi, continuerà sempre così. Se non altro i carnici avranno qualcosa da fare. Continuare a brontolare invece che... agire. Commento inviato il 12-04-2016 alle 09:34 da GG
  • Meglio grezzi che arroganti! Commento inviato il 12-04-2016 alle 09:30 da Carnico
  • L'importante è continuare a dare soldi (centinaia di migliaia di euro) a Carnia Welcom!!! Commento inviato il 12-04-2016 alle 09:20 da Tolmezzo libera
  • Andiamo a vede cosa succede a Lignano? Grado? Palmanova? ecc. ecc. A questa non va giù Marsilio e conseguentemente al Carnia. Commento inviato il 12-04-2016 alle 09:19 da Rexton
  • Alla Carnia, territorio dove ci sono più vincoli che abitanti, mancava solo di avere un assessore alla montagna di questa statura politica. Commento inviato il 12-04-2016 alle 09:17 da anonimo
  • Una vergogna! Forse è meglio che questa scenda a Roma e che la rimanga! Commento inviato il 12-04-2016 alle 09:15 da IO
  • E questa si sveglia dopo tre anni??? Ma fino ad oggi non era lei assessore alla montagna??? Il commissario NOT non è stato nominato da Lei? E chi attraverso Carnia Wecom dovrebbe occuparsi di turismo in Carnia, forse non è uno che ha persino corso alle regionali a sua sostegno? E le Terme di Arta chiuse, sono per caso una novità come il caso Coopca? Meno viaggi a Roma a trovare il compagno Renzi e più presente sul territorio, ma non presenza fisica o fotografica, ma in fatti. Cosa che fino ad oggi non si trova traccia. Commento inviato il 12-04-2016 alle 09:13 da Pincopallo
  • Ospitatela in albergo diffuso. Commento inviato il 12-04-2016 alle 09:07 da Anonimo attento
  • Si fa paragone con l'Alto Adige. Pur condividendo che qualche Carnico (e non tutta la Carnia come sostiene la Serracchiani) che lavora nel settore turistico dovrebbe cambiare atteggiamento rispetto all'utente turista, credo che in primis dovrebbe essere la regione ad assumersi le responsabilità se il turismo non funziona (e non solo in Carnia) ed imparare a farsi valere politicamente come il Trentino e L'Alto Adige. Cara Presidente, tutti abbiamo da imparare ma Lei forse più di tutti. PS vada in Alto Adige, entri in un ambiente dopo le 21.00 e ordini di cena e poi ci risentiamo. Vada in Alto Adige e veda come i politici locali mantengono il loro territorio assieme alle varie figure coinvolte nel turismo, impianti di risalita aperti anche d'estate (non tutti) a servizio dei rifugi di alta quota, cartellonistica riferita alla sentieristica da fare invidia, tassazione, incentivi per albergatori non da poco (e non 200 mila euro per sistemare le proprie abitazioni), impiantistica invernale in continuo rinnovamento (e non come Lei vuole assieme alla Demonte buttare 70 milioni di euro a favore della Carinzia "promollo"). Da noi in aggiunta viabilità di vallata da brividi, chiusura di servizi e questo a discapito non solo dei turisti ma anche e soprattutto a discapito di chi diversamente da Lei ha deciso di vivere in questi territori e di percorrerli quotidianamente e di certo non con taxi o con autisti pagati dalla regione, ecc. ecc. Spiace vedere i sindaci della Carnia tacere su questo argomento, probabilmente come dicono in giro per i paesi, perchè terrorizzati di aprir bocca. Meno carrozzoni, meno cda, meno convegni e meno slogan, cara Presidente. Troppo comodo salire in Carnia solo per fare qualche reportage fotografico o per sponsorizzare politicamente qualche sindaco di partito. Commento inviato il 12-04-2016 alle 09:06 da Carnico ospitale

Responsabilit� dell'utente

Ogni opinione espressa dai lettori attraverso i commenti agli articoli � unicamente quella del suo autore, che si assume ogni responsabilit� civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere "Il Perbenista" manlevato ed indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato. Tutti i contributi testuali, video, audio fotografici da parte di ogni autore/navigatore sono da considerarsi a titolo gratuito.
Lascia un commento Sei Umano?

Scrivici a:

perbenista@gmail.com
PUBBLICITÀ