**
  • Home > Gossip > IL VIDEO DI BAIUTTI E DELLA ERMES DI COLLOREDO
  • stampa articolo

    IL VIDEO DI BAIUTTI E DELLA ERMES DI COLLOREDO

    449A

    Cosa vuol dire nel 2009 l'allora consigliere regionale Giorgio Baiutti (vedi foto) affermando "che il progetto del libro ha avuto il sostegno del sindaco, dell'amministrazione comunale di Cassacco attuale e passata, della Regione Fvg, della Provincia di Udine e dell'Associazione Culturale Ermes di Colloredo"? L'associazione Ermes di Colloredo nel 2009 come negli anni successivi riceveva a sua volta grossi contributi regionali a fondo perso e nel direttivo vi era oltre al presidente Giordano Menis (nel pubblico in sala) anche lo stesso Giorgio Baiutti. Cliccate l'icona Video ed ascoltate bene i primi minuti dell'intervento di Giorgio Baiutti durante la presentazione del libro fotografico su Cassacco. Buon ascolto e buona visione...

  • Commenti

    12
  • a Patrick di majan, vada al doge a Farla, lì si che si mangia a tutte le ore, anche senza cuoco e acqua, in Friuli fanno miracoli, lascia stare la Carnia. Commento inviato il 12-04-2016 alle 22:51 da maian
  • Si fa paragone con l'Alto Adige. Pur condividendo che qualche Carnico (e non tutta la Carnia come sostiene la Serracchiani) che lavora nel settore turistico dovrebbe cambiare atteggiamento rispetto all'utente turista, credo che in primis dovrebbe essere la regione ad assumersi le responsabilità se il turismo non funziona ed imparare a farsi valere politicamente come il Trentino e L'Alto Adige. Cara Presidente, tutti abbiamo da imparare ma tu forse più di tutti. PS vada in Alto Adige, entri in un ambiente dopo le 21.00 e ordini di cena e poi ci risentiamo. Vada in Alto Adige e veda come i politici locali mantengono il loro territorio assieme alle varie figure coinvolte nel turismo, impianti di risalita aperti (non tutti) a servizio dei rifugi di alta quota, cartellonistica riferita alla sentieristica da fare invidia, tassazione, incentivi per albergatori non da poco (e non 200 mila euro per sistemare le proprie abitazioni), impiantistica invernale in continuo rinnovamento (e non come Lei vuole assieme alla Demonte buttare 70 milioni di euro a favore della Carinzia "promollo"), viabilità di vallata da brividi, chiusura di servizi e questo a discapito non solo dei turisti ma anche e soprattutto a discapito di chi diversamente da Lei ha deciso di vivere in questi territori e di percorrerli quotidianamente e di certo non con taxi o con autisti pagati dalla regione, ecc. ecc. Spiace vedere i sindaci della Carnia tacere su questo, probabilmente come dicono terrorizzati di aprir bocca. Meno carrozzoni, meno cda, meno convegni e meno slogan. Commento inviato il 12-04-2016 alle 08:55 da condivido
  • Se facciamo un esame di coscienza, vediamo che i carnici purtroppo hanno dei limiti. Limiti simili ai friulani, ai lombardi, ai laziali... Tutti indistintamente quando arrivano a sedersi su una "poltrona" fanno i loro "porci" (vezzeggiativo diminutivo-ci sarebbero un'infinità di definizioni) interessi e dei loro parenti, amici e magari anche amici degli amici. L'interesse pubblico passerebbe in seconda parte. Anzi, verrebbe ignorato al massimo. Dalla stampa, dalla regione e da Carnia Welcome apprendiamo (leggi M.V.) che in Carnia c'è quasi sempre il tutto esaurito". Natale, Capodanno,Pasqua e chi più ne ha più ne metta. Ma se da una parte gli enti preposti al Turismo dicono questo, cosa ci dicono gli operatori turistici? Ce ne sono ancora? Schneider, se ci sei ancora, dacci le statistiche "reali" dei tuoi associati. Peresson ci comunichi le sue. Potremmo poi raffrontarle in un dibattito pubblico con la Presidente Serracchiani. La quale ha perfettamente ragione nel non decidere. Ha 98 milioni di euro o giù di lì da spendere in Carnia. Li diamo al Cosilt per fare nuovi capannoni? Li farei già adattati ad ospitare le centinaia di migliaia di migranti che arriveranno in Italia. Presenze in aumento esponenziale e non abbiamo speso nemmeno un soldo in pubblicità per farli venire da noi. Quanti sono e qual'è la metratura dei capannoni dell'ex Cosint vuoti o inutilizzati? Per quanto riguarda il fatto che quando arrivi in una trattoria di un paesino della Carnia, e ti ritrovi che il cuoco è ammalato o la cucina è chiusa, questo si sa ormai da decenni. Non dovrebbe fare notizia. Non voglio difendere nessuno, ma mettetevi nei panni di chi gestisce un locale del genere in Carnia. Non vedi un cane per tutta la settimana o anche per un mese e poi all'improvviso ti arrivano due clienti che vogliono mangiare magari anche qualcosa di tipico. Un gestore che non ha frequentato un corso alberghiero, va in fibrillazione. Certo, ci vorrebbero dei corsi di aggiornamento per i gestori delle strutture turistiche. Dall'accoglienza alla tecnologia, dalla gastronomia alla gestione aziendale, e così via. Questo dovrebbe fare gratuitamente mamma regione in ogni comune definito "Turistico" e rivolto a tutti gli operatori del ricettivo. Sarebbero i soldi meglio investiti. Se invece vogliono continuare a sperperare, i nostri politici, di qualsiasi colore essi siano, hanno sicuramente molti esperti attorno a loro in grado di farlo. In un blog precedente scrissi che si potrebbero fare anche delle "Convention" in Carnia (gli alberghi si riempirebbero di sicuro ed anche in bassa stagione) con dei corsi rivolti a come sperperare il pubblico denaro. Noi in Italia abbiamo dei docenti da Nobel in questo campo. Io uno "stuzzichino" ve l'ho dato. Il pranzo servitevelo da soli. Commento inviato il 11-04-2016 alle 23:33 da GG
  • Marco, ma come hai impostato questo blog???? Non si capisce niente......... Dicevo : si può mangiare qualcosa? risposta : ho il cuoco ammalato . Si può avere un panino con il salame o con il formaggio? risposta : ti ho già detto che ho il cuoco ammalato! Commento inviato il 11-04-2016 alle 18:53 da Patrick di Majan
  • Concordo nel dire che abinare la Serracchiani a chiacchere e nulla di più come il suo "degno" segretario, sia vangelo!!!! Devo dire però, che investire denari in carnia è come investirli nella PARMALAT anni fa . Mi è capitato di entrare in un locale con tanto di insegna "trattoria" verso le ore 13.00 e di chiedere e mi sento rispondere ...... mi spiace dico, risposta ....... Secondo voi, serve un cuoco per fare un panino? Investire soldi in carnia, è come bruciarli nel caminetto....... stesso risultato!!!!! Commento inviato il 11-04-2016 alle 18:47 da Patrick di Majan
  • maledetti maledetti maledetti baiutti fai schifo ,non hai mangiato abbastanza Commento inviato il 11-04-2016 alle 08:32 da Anonimo
  • SERRACCHIANI/RENZI = SOLO PROCLAMI Commento inviato il 11-04-2016 alle 03:31 da IO
  • L'incontro fatto nei giorni scorsi dalla Serracchiani con i sindaci dalla Carnia, non è altro che il "revival" (termine che avrebbe usato da Renzi) o una riproposizione (come diremmo noi comuni mortali a cui piace continuare a parlare in Italiano) di quanto già fatto in Agemont un anno e mezzo fa. Risultati a favore della Montagna = 0 ASSOLUTO. Anzi. Commento inviato il 11-04-2016 alle 03:30 da Anonimo
  • Mi piacerebbe rivedere pubblicata quella foto che ritrae la Presidente Debora Serracchiani con tutto il CDA di Coopca...grazie Commento inviato il 11-04-2016 alle 03:10 da ex dipendente Coopca
  • Che sia finalmente arrivata l'ora di vedere su questo blog una foto della Serra? Commento inviato il 11-04-2016 alle 03:08 da anonimo
  • E non dimentichiamoci che la Romana è la referente politica della montagna e non solo di Automotive o di Carnia Welcom Commento inviato il 11-04-2016 alle 03:06 da IO
  • I comuni grazie alle politiche regionali ora sono obbligati ad approvare i propri bilanci ad aprile se non addirittura a maggio o giugno, perdendo grosse possibilità economiche e di investimento a favore di imprese e professionisti, sempre più in crisi e a discapito dell'intera collettività. Poi si vantano di essere quelli che creano occupazione e che sbloccano le opere pubbliche. Ci stanno affossando! E i nostri amministratori locali come sudditi obbediscono dicendo si a ogni cosa che vien fatta o detta dalla Romana. Commento inviato il 11-04-2016 alle 03:04 da anonimo
  • sono pienamente d'accordo con il commento dell'anonimo attento e poi non ha detto tutto, ci sono molte altre cose che non vanno e non funzionano nei vari comuni della Carnia, non è colpa dei vari operatori economici, ma soprattutto degli amministratori locali di prima e di adesso. Commento inviato il 11-04-2016 alle 02:08 da rigolato
  • La Serracchiani attacca la Carnia e i Carnici. Dopo tre anni di governo dopo non aver fatto nulla per la montagna, promette 98 milioni di euro (fondi europei e non regionali) e guarda caso Brollo (il suo delfino sindaco), Peresson 1 (presidente di Carnia Wecom e beneficiario di cospicui contributi regionali) e Peresson 2 (sindaco di Arta e fratello del presidente di Carnia Welcom che ha appena visto chiudere le terme per l'ennesima volta) difendono a spada tratta la presidente con delega alla montagna. Basta Studi, Basta Slogan, Basta Promesse, Basta Amministratori Basta, Convegni,...sono passati tre anni e l'unica cosa di rilievo avvenuta in montagna ed in particolare in Carnia e che oggi la gente ricorda è lo scandalo sull'albergo diffuso. Caro Perbenista, riusciamo finalmente a vedere un tuo intervento su questi tre anni di governo e di politica per la montagna portati avanti dalla Serracchiani? Tre anni di governo che comprendono chiusure di aziende e ditte, fallimenti annunciati, riduzione di servizi, aumento di disoccupati, crollo del mondo edilizio, fabbriche trattate in modo differente (di seria A e di seri C); carrozzoni ancora in essere, finanziamenti a carrozzoni bravi solo a far buchi.... e poi dare la colpa ai Carnici. Chi è l'assessore regionale alla montagna? Pinco Pallo o la maestrina dalla frangetta, pronta a bacchettare tutti e a imporre solo quello che le sta comodo (le UTI, Brollo presidente, la chiusura di Carnia Acque, chiusura di caserme, poste, ospedali, il commissario della Comunità Montana, presidenze e cda vari, ecc. ecc.). E tutto questo accompagnato da un silenzio assoluto da parte dei consiglieri regionali dell'Alto Friuli, nessuno escluso. Perbenista apri un bel dibattito su quanto fatto in questi anni dalla Serra, magari con una sua foto finalmente e vedrai che farai record di lettura e di commenti. Commento inviato il 10-04-2016 alle 23:32 da Anonimo attento
  • Oggi sul messaggero veneto la Serracchini ha ben descitto i carnici!!! Brava! Finamente aualcuno che ha il coraggio di dir loro come stanno le cose! Commento inviato il 10-04-2016 alle 12:51 da Anonimo

Responsabilit� dell'utente

Ogni opinione espressa dai lettori attraverso i commenti agli articoli � unicamente quella del suo autore, che si assume ogni responsabilit� civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere "Il Perbenista" manlevato ed indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato. Tutti i contributi testuali, video, audio fotografici da parte di ogni autore/navigatore sono da considerarsi a titolo gratuito.
Lascia un commento Sei Umano?

Scrivici a:

perbenista@gmail.com
PUBBLICITÀ