il Perbenista
si è rifatto
il look
Notizie flash
ESCLUSIVO: SCOPPIA SANITOPOLI FVG: TUTTI I NOMI

BRUXELLES: LE STRANE SELEZIONI DELLA REGIONE FVG

Nella sede di Bruxelles attualmente vi lavorano cinque dipendenti regionali superfortunati che vengono pagati con brillanti stipendi: Raffaella Viviani, Sebastiano Sanna, Gino Cormons, Olga Simeon e Luisa Poclen. Mediamente percepiscono 7mila euro netti al mese cadauno tra stipendio, indennità varie, rimborsi pranzi (non di 7 euro come i colleghi in friuli Venezia Giulia ma 35 euro a pasto). Olga Simeon, molto spesso in Italia, tra viaggi a Roma e a Trieste, percepisce interessanti indennità di missione per ogni spostamento. Nel 2011, per l'assegnazione dei posti era stata fatta una selezione e vi avevano partecipato una trentina di dipendenti. Un'anina dotata di buon senso penserebbe si sia trattata di una selezione pubblica, ma nella realtà l'avviso non prevedeva la Commissione di valutazione e tantomeno le modalità della scelta dei componenti, le date dei colloqui non furono rese pubbliche, i colloqui si svolsero nella massima riservatezza singolarmente, a porte chiuse e non in seduta pubblica; furono designati quali componenti di valutazione personale interno e ancor peggio per valutare la conoscenza delle lingue dipendenti gerarchicamente sottoposti agli stessi concorrenti; le graduatorie non furono mai rese pubbliche e notificate a tutti i candidati, benchè richieste. Qualcuno degli esclusi ci ha dichiarato che qualcuno dei cinque prescelti dichiarò di non conoscere il francese ma venne ugualmente selezionato per poi frequentare appena giunto a Bruxelles dei corsi di lingue. Merita un post ad hoc, che pubblicheremo a breve, la classifica, i criteri e la griglia di valutazione dei trenta dipendenti che hanno partecipato alla "selezione". Uno di loro era un geologo specializzato nei lavori stradali, un altro proveniva dalla segreteria particolare dell'allora assessore regionale Sandra Savino.