il Perbenista
si è rifatto
il look
Notizie flash
VIDEOTELEBLOG - IL NUOVO CANALE YOUTUBE DEDICATO ALLE INCHIESTE

L'INTERA LEGA NORD PORDENONESE ABBANDONA CIRIANI

E strappo fu. Eligio Grizzo il fedelissimo ex assessore provinciale di Alessandro Ciriani liquidò l'uscita di Andrea Gava dalla Lega Nord di Pordenone come un singolo passaggio in Casapound (cosa non vera), invece la civica Salviamo Pordenone è viva e vegeta. E proprio con Gava da ieri sera si sono schierati ufficialmente pezzi da novanta dei padani che hanno stracciato la tessera. Primo fra tutti il segretario cittadino della Lega Renzo Muzzin che ha deciso di candidarsi a sindaco rifiutando con orgoglio il comodo ticket che gli aveva prospettato Alessandro Ciriani. Con Muzzin hanno lasciato Lega e coalizione anche il vice Ennio Brusadin e il consigliere comunale Riccardo Piccinato (vedi foto). Nemmeno gli altri due consiglieri uscenti padani, Mara Piccin e Isena Peresson sosterranno Ciriani. "Abbiamo fatto i conti con la nostra coscienza - tuona Piccinato - e ci siamo rifiutati di lasciare la corsa per la città a chi non potrà mai vincere. Perchè a Pordenone non hanno sondato o non ci hanno voluto far sapere il risultato di un eventuale sondaggio fra Ciriani e il centrosinistra?" Non solo; gli ex leghisti ne hanno per tutti. Ritengono vergognoso che Ciriani abbia fatto l'accordo con i suoi ex assessori provinciali e con i suoi vecchi fedelissimi del centrodestra invece che ragionare in chiave cittadina, lui che fra l'altro non è nemmeno di Pordenone città. "Giovedì sera - conclude Piccinato - Ciriani ha presentato il suo programma elettorale senza fare alcun riferimento ai punti proposti dalla Lega Nord".