**
  • Home > Gossip > CIVIDALE:NON SI CAPISCE PIU' "UN TUBO" SULLE AGIBILITA'
  • stampa articolo

    CIVIDALE:NON SI CAPISCE PIU' "UN TUBO" SULLE AGIBILITA'

    422A

    Come ha fatto il Consorzio Poiana, presieduto dall'ex sindaco di Cividale Attilio Vuga (vedi in foto con Pelizzo) ad allacciare la rete idrica realizzata dalla Due Emme Asfalti per conto di Steda, in assenza del suo collaudo, tanto più in assenza delle certificazioni di salubrità dei materiali impiegati per la sua realizzazione? La questione è tanto più dubbia per il fatto che la società Poiana era stata avvisata ufficialmente, per mezzo raccomandata del 17 ottobre 2013, dalla Due Emme Asfalti srl, in ordine all'assenza dei certificati di qualità. Appare quindi evidente, secondo il parere di vari periti interpellati dai legali della Due Emme Asfalti, che resta priva di tutela la pubblica salute relativamente al servizio di fornitura dell'acqua potabile. Infatti in assenza della documentazione che attesti la rispondenza dei materiali impiegati nella costruzione dell'acquedotto alla norma UNI EN 545, e quindi al DM 174/04, nessuno è in grado di garantire la salubrità delle acque fornite agli edifici realizzati dalla Steda. Di conseguenza deve ritenersi sussistente il pericolo che la fornitura idrica facente capo all'acquedotto Poaiana, non abbia le caratteristiche imposte  dal D. Lgs. 31/2001. Infatti, solo la presenza della dichiarazione di installazione "a regola d'arte" (che manca), corredata dei certificati di qualità dei materiali impiegati nell'acquedotto costruito dalla Due Emme Asfalti per conto della Steda, è in grado di garantire il rispetto dei paramentri di legge posti a tutela dell salute pubblica. E' dalla stessa approvazione di collaudo parziale opere di urbanizzazione primaria in oggetto, datato 20/11/2013 che si legge che "Tubazioni rete idrica in ghisa sferoidale, DN 600. Mancano i certificati di conformità dei tubi alle caratteristiche previste nel progetto. Manca altresì il verbale di accettazione di competenza del Direttore dei lavori, previsto dall'art.25 del Capitolato Generale d'Appalto con quale deve essere formalizzato l'accertamento delle caratteristiche dei materiali impiegati. Si segnala che con raccomandata datata 17/10/2013 il subappaltatore Due Emme Asfalti srl ha comunicato al Comune, allo scrivente Collaudatore e ad altri soggetti interessati alle opere in collaudo, che non ha consegnato alla Steda Spa i certificati di qualità conformità delle tubazioni impiegate per la costruzione della rete acquedotto e delle relative guarnizioni in quanto Steda Spa è inadempiente nei pagamenti". Abbiamo cercato più volte per ottenere risposta a queste domande il presidente del Consorzio Poiana, Attilio Vuga, ma ad oggi è sempre stato impegnato e non ha potuto richiamarci. Restiamo a sua disposizione per ospitare, quando lo riterrà, i certi chiarimenti a questi quesiti.

  • Commenti

  • e poi perché non facciamo un nuovo olocausto con i posti di lavoro per cuochi, guardiani, capó, gerarchi di ogni ordine e grado e poi e poi quelli dei patentini "conduttore di caldaie a vapore" per i forni marchiati ESCOMONTAGNA. Chissà se le persone oppositrici al regime "rendono" più della nera ramaglia che buttano nelle centrali adesso. Come vedi, dalla rivoluzione francese alla seconda guerra mondiale il passo é breve. Commento inviato il 07-03-2016 alle 10:37 da per GG
  • Nessun musicista in Carnia che possa buttar giù lo spartito della nuova "Marsiliese"? Potrebbe diventare l'inno di Sutrio. E poi non dimentichiamoci che in Francia in quel periodo le ghigliottine lavoravano giorno e notte! Avevano creato nuovi posti di lavoro. Ma i ghiglionittatori erano artigiani o liberi professionisti? Partita IVA o Ritenuta d'acconto? Commento inviato il 07-03-2016 alle 06:52 da GG
  • Caro tommy questo è il frutto della gestione ventennale di Gibby e della presidenza decennale del Fornaio Burattino piazzato dal ex consigliere regionale trombato. meditate gente meditate...... Commento inviato il 07-03-2016 alle 00:48 da Asino da Somma
  • Immobile della banca di cividale, a cividale, non conforme alle vigenti leggi. Capannoni Rustici a tolmezzo costruiti in parte sul demanio. Centrale a sauris con mille problemi. Cloud Computing ad amaro, spesi montagne di euri pubblici con introito pari a ZERO. Coopca. ESCO MONTAGNA, ALBERGHI MARSILIESI DIFFUSI, ecc. Brollo e la tua cricca, aiutateci. Commento inviato il 06-03-2016 alle 13:55 da tommy
  • nessuno che dice che la burocrazia è inutile e dispendiosa? Fu detto sulle norme riguardanti la sicurezza sul lavoro. Scusa per evitare i controlli Commento inviato il 05-03-2016 alle 11:04 da cassie

Responsabilit� dell'utente

Ogni opinione espressa dai lettori attraverso i commenti agli articoli � unicamente quella del suo autore, che si assume ogni responsabilit� civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere "Il Perbenista" manlevato ed indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato. Tutti i contributi testuali, video, audio fotografici da parte di ogni autore/navigatore sono da considerarsi a titolo gratuito.
Lascia un commento Sei Umano?

Scrivici a:

perbenista@gmail.com
PUBBLICITÀ