il Perbenista
si è rifatto
il look
Notizie flash
VIDEOTELEBLOG - IL NUOVO CANALE YOUTUBE DEDICATO ALLE INCHIESTE

CIPRESSO GUFA CONTRO MASTROROSA E TONDO MA TUTTO TORNA

Continua il periodo grigio del capogruppo di Forza Italia Riccardo Riccardi (vedi foto) che non riuscendo a portare a casa risultati positivi per se cerca di essere di ostacolo alla serenità altrui. Motivo questo che ha portato i suoi colleghi del consiglio regionale a soprannominarlo Cipresso. Così dopo aver messo il veto su Valter Santarossa alla presidenza del comitato controllo la sfiga ha colpito Elio De Anna facendo eleggere alla guida dell'importante commissione la grillina Dal Zovo. Mai Codroipo ha avuto momenti tanto grigi nella scelta del prossimo candidato sindaco come quest'anno. Così dopo la benedizione di Riccardi e della Savino alla riconferma di Fabio Marchetti, la sfiga ha colpito il primo cittadino perdendo il sostegno dell'intera coalizione di centrodestra. Solo pochi giorni fa Riccardi ha urlato alla presenza di un folto pubblico che semmai Mirco Mastrorosa dovesse seguire la campagna elettorale di Alessandro Ciriani, lui non avrebbe sostenuto la candidatura dell'ex presidente della provincia pordenonese. Ancora una volta, di ritorno, la sfiga si è abbattuta su Forza Italia facendo risultare nel sondaggio commissionato dalla Lega Nord, Luca Ciriani il candidato di gran lunga più forte per il centrodestra. Appena tre giorni fa, il 18 gennaio, durante una conferenza dei capogruppo in consiglio regionale, il presidente del Consiglio regionale Franco Iacop ha annunciato l'imminente trasferimento degli uffici dei gruppi in via Prefettura; per bon ton, Iacop ha poi comunicato che la stanza più carina l'avrebbe destinata volentieri a Renzo Tondo essendo stato ex governatore e attuale portavoce e capo dell'opposizione. Subito si è alzato il volto cupo di Riccardi ad urlare: "Cosa? Tondo capo dell'opposizione? Cosa, cosa? capo di cosa?" Ponendo il suo personale veto sull'assegnazione della stanza a Renzo Tondo. C'è da scommettere che la sfiga anche questa volta metterà il suo zampino e Forza Italia farà bene a cercarsi un ufficio senza lampadari appesi al soffitto...