**
  • Home > Gossip > FUOCO AMICO SU CASTAGNA: PARERE PRO VERITATE
  • stampa articolo

    FUOCO AMICO SU CASTAGNA: PARERE PRO VERITATE

    326A

    Enti e Spa, devono rendere pubblici sul proprio sito retribuzioni dei dirigenti e spese per consulenze e collaborazioni esterne. Parimenti -  come detto ieri dal Presidente Autorità Nazionale Anticorruzione, Raffaele Cantone in visita a Trieste - tutta la pubblica amministrazione per trasparenza deve essere un palazzo di cristallo. Eppure su molti atti della Regione Fvg non si hanno minimamente notizia. E' il caso del parere sulla non applicabilità della Legge Madia in Autovie Venete. Sulla stampa nei giorni scorsi si parlava di un generico parere ministeriale che liberava Friulia dalla Legge Madia e dava il via libera alla nomina a presidente di Autovie Venete del super pensionato pubblico Maurizio Castagna. Ma dove è stato pubblicato questo parere si domanda qualche pezzo da novanta del cerchio magico della Governatrice? Non si trova traccia sul sito ella Regione Fvg, non si trova traccia su quello di Friulia e nemmeno su quello di Autovie. Non solo; dal fuoco amico arriva un'altra domanda. Siamo certi che si sia trattato di un parere ministeriale oppure siamo di fronte ad un "parere pro veritate" chiesto a qualche famoso professore di giurisprudenza? In tal caso non solo la certezza del parere non avrebbe una ufficialità totale, ma avrebbe comportato anche un costo non indifferente sostenuto dalle casse pubbliche per avvallare una scelta politica. Sempre secondo autorevoli voci di Palazzo, il parere pro veritate in oggetto potrebbe essere stato richiesto al prof. avv. Clarizia, in passato già collaboratore dell'Antitrust, che da Poste ha incassato per tre incarichi 100mila euro.

  • Commenti

  • Sul sito del cosint, si trova traccia della ricerca del nuovo direttore? Oppure riprende quota la richiesta di mantenere Somma come direttore? Commento inviato il 27-11-2015 alle 22:00 da ciao enzo
  • Ma guardate la Romana, è tale e quale a Renata Polverini. Wow. Commento inviato il 27-11-2015 alle 21:57 da ciao enzo
  • I PARERI MINISTERIALI, se sono fatti dai funzionari, non hanno alcun valore perché costoro, se scrivono cose non gradite ai superiori politici, rischiano di perdere il posto. Per i PARERI PRO VERITATE scritti da costosi professoroni universitari, invece, si procede così: l'ente che conferisce l'incarico chiede un parere con una determinata finalità e il professorone, pagato lautamente dall'ente, si sforza di scrivere cose corrispondenti alla volontà dell'ente, altrimenti perde l'ente come cliente. Ci si può fidare solo di un parere del CONSIGLIO DI STATO. Commento inviato il 27-11-2015 alle 19:16 da topo di biblioteca

Responsabilit� dell'utente

Ogni opinione espressa dai lettori attraverso i commenti agli articoli � unicamente quella del suo autore, che si assume ogni responsabilit� civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere "Il Perbenista" manlevato ed indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato. Tutti i contributi testuali, video, audio fotografici da parte di ogni autore/navigatore sono da considerarsi a titolo gratuito.
Lascia un commento Sei Umano?

Scrivici a:

perbenista@gmail.com
PUBBLICITÀ