il Perbenista
si è rifatto
il look
Notizie flash
VIDEOTELEBLOG - IL NUOVO CANALE YOUTUBE DEDICATO ALLE INCHIESTE

ALTRO CHE EGAS! LA TELESCA NON DA L'ACQUA AI DEGENTI

Sebbene per il Pd l'acqua sia è un bene comune di tutti, l'assessore regionale alla salute Maria Sandra Telesca la pensa diversamente. In Regione Fvg ci sono aziende come l'AOUTS, l'AAS n.5 e l'AAS n.4 (limitatamente alle strutture residenziali) che forniscono bottigliette d'acqua ai degetni; altre invece, come l'AAS n.3 e il CRO che invece non le forniscono. Presso la ex AAS n.5 vengono fornite esclusivamente ai pazienti delle RSA e delle Pediatrie; mentre presso la ex AAS n.2, l'acqua in bottiglietta veniva fornita in origine, ma successivamente per misure collegate alla spending review è stata tolta dalla composizione del vassoio personalizzato. Pazienti e familiari sono costretti ad acquistare l'acqua potabile presso i distributori automatici a 50 centesimi per una bottiglietta da mezzo litro e la situazione è aggravata a causa dell'impossibilità di alzarsi per taluni degenti. La Giunta regionale, in primis l'assessore Telesca, evidentemente ignora che agevolmente per grandi quantitativi si possono acquistare bottiglie da un litro e mezzo a 20 centesimi e che l'acqua di rubinetto non costa più di 2 euro ogni mille litri. L'assessore Maria Sandra Telesca (vedi foto) ha recentemente comunicato che sono in corso verifiche in tutte le strutture e che effettivamente emergono diversità di comportamento nella distribuzione di bottigliette di acqua agli ospiti ma a tuttora non ha dato disposizione di distribuire gratuitamente l'acqua a degenti ed ospiti delle varie strutturie sanitarie dirette da dirigenti che percepiscono stipendi di circa 100mila euro l'anno.