**
  • Home > Gossip > QUOUSQUE TANDEM DELENDE ABUTERE PATIENTIA NOSTRA?
  • stampa articolo

    QUOUSQUE TANDEM DELENDE ABUTERE PATIENTIA NOSTRA?

    300A SCARICA PDF

    La nomina della signora Elda Cameranesi a dirigente dell'Azienda Ospedaliero Universitaria di Udine da diversi anni è stata segnalata a varie figure istituzionali. Ma vediamo di ricostruire attentamente la vicenda tipicamente italiana. Il direttore protempore dell'Ospedale di Udine, dott. Gilberto Bragonzi, con il decreto n.1275 del 22 novembre 2001 accettò la mobilità intercompartimentale della Signora Elda Cameranesi, dall'Università di Udine all'Ospedale (vedi foto decreto), operazione prevista dalla legge. Tuttavia, oltre a riconoscerle legittimamente il livello retributivo, come fatto dall'Ospedale di Ferrara in analogo caso (apri Pdf e leggi atto), la ha anche promossa a Dirigente del Servizio Sanitario Regionale, nomina, a detta di molti, illegittima per diversi motivi: oltre che non previsto dalla legge, la signora Elda non ha mai vinto un concorso per il ruolo di dirigente e nemmeno avrebbe potuto parteciparvi visto che non era in possesso del requisito fondamentale, la laurea. Resta adesso da capire per quale ragione l'attuale direttore generale Mauro Delendi, seppur a conoscenza di questi elementi, non ha mai ritenuto di dover intervenire nel merito o dare una spiegazione plausibile.

  • Commenti

  • da busillis. Il mio era solo un esempio per dire che un non laureato può benissimo amministrare qualsiasi cosa, pubblico o privato, poi è chiaro che ci servono le regole, regole che dovrebbero servire a mettere nei posti di responsabilità i più preparati, non i raccomandati o quelli che hanno un pezzo di carta. Credo che non sia difficile capire questo (anche per un laureato!) Commento inviato il 13-11-2015 alle 18:04 da Anonimo
  • eh no caro anonimo delle 15.41 non confondere le patate coi pomodori. Il privato può fare quello che vuole. Hai citato persone che si sono fatte da sole senza concorsi, partendo da zero. Non è il nostro caso. Qui ci sono delle regole che ognuno dovrebbe rispettare anche se si chiamasse Pittini. In più, nel caso specifico, chi mi dice che non ci siano persone senza laurea ancora più capaci di Camoranesi? Allora o fissiamo delle regole che valgano PER TUTTI oppure è l'entropia. Commento inviato il 13-11-2015 alle 15:57 da busillis
  • Ritorniamo al discorso iniziale. Scandaloso che la sig.ra ricopra incarichi senza concorsi, scandaloso che nessuno dica niente, meno scandaloso che non abbia la laurea. Il titolo di studio ha un valore in se in quanto dimostra semplicemente di aver fatto un percorso scolastico, è un fatto personale. In Italia è stato trasformato in un mantra, un totem da far valere. Se dopo dietro il titolo di studio c'è la nebbia non importa. Concorsi, cari ragazzi, bisogna fare concorsi seri e avere preparazione, fiuto, competenze per dirigere delle strutture economiche. O mandiamo a casa i vari Benedetti (Danieli), Benetton (Benetton)...se penso al vecchio Snaidero e a quello che ha creato con il suo fiuto e le sue capacità...o a Pittini. Se vogliamo delle persone competenti a dirigere, bisogna che siano competenti e non con un pezzo di carta in tasta! Commento inviato il 13-11-2015 alle 15:41 da Anonimo
  • il solito discorso che non cambia mai: "La legge non è mai uguale per tutti".....Vari metri e varie misure..... Figli e figliastri.... Commento inviato il 13-11-2015 alle 09:09 da Edvige13
  • Commento inviato il 12-11-2015 alle 16:22 da Anonimo 2 lei ha gran ragione da vendere ma con la ragione non si comanda... Per comandare ci vogliono amici nei posti giusti e le leggi sembra non lo permettono. La magistratura fa la sua parte ma tutte le incompatibilità di cui si parla fino ad oggi non hanno portato ad alcuna conseguenza. Forse avete preso un granchio oppure è tutto legale, tutto "clean", come diceva il tizio dei rifiuti nel film Gomorra. Mi capisce, tutto "clean"... come si dice in America ! Commento inviato il 13-11-2015 alle 08:54 da Anonimo
  • Scusate, ma perchè non mettete una bella foto di questa famgerata signora invece di questi fogli di carta inutile. Magari salta fuori che nonostante l'età è una gran "bonazza". Commento inviato il 12-11-2015 alle 22:10 da Anonimo
  • E' meglio questo, è meglio quello...se c'è una norma va rispettata da tutti. Se non ti va bene datti da fare per cambiarla. Oppure vai all'estero come già tanti hanno dovuto andare perchè in Italia le norme le devono rispettare gli stupidi mentre I furbi e I raccomandati fanno quello che vogliono. Commento inviato il 12-11-2015 alle 16:02 da Busillis
  • ma di che stiamo parlando...sono figli dello stesso Dio che, ha si retrocesso i famosi "dirigenti" dell'agenzia delle entrate, ma ha salvato loro lo la paghetta di tale carica....e mo vediamo cosa si inventano ancora con la legge attualmente in discussione la parlamento. Della serie. " io so io e voi un cazzo" Commento inviato il 12-11-2015 alle 15:58 da lupopaziente
  • capita caro dott. Perbenista, capita di tutto. Basta farsene una ragione e andare avanti. Tutto sommato la squola a cosa serve ? A imparare a scrivere bene ? E' sempre meglio un buon uomo o una buona donna piuttosto che un dottore brutto e cattivo. Commento inviato il 12-11-2015 alle 15:33 da Anonimo

Responsabilit� dell'utente

Ogni opinione espressa dai lettori attraverso i commenti agli articoli � unicamente quella del suo autore, che si assume ogni responsabilit� civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere "Il Perbenista" manlevato ed indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato. Tutti i contributi testuali, video, audio fotografici da parte di ogni autore/navigatore sono da considerarsi a titolo gratuito.
Lascia un commento Sei Umano?

Scrivici a:

perbenista@gmail.com
PUBBLICITÀ