**
  • Home > Gossip > OSPEDALE DI UDINE: SUPER DIRIGENTE SENZA LAUREA
  • stampa articolo

    OSPEDALE DI UDINE: SUPER DIRIGENTE SENZA LAUREA

    8o SCARICA PDF

    La cronaca di questi ultimi mesi è piena: dirigenti pubblici senza laurea sotto inchiesta. In Friuli Venezia Giulia appare essere un caso eclatante quello della signora Elda Cameranesi, dirigente, presso l'Azienda Ospedaliero Universitaria di Udine, della struttura complessa Affari Generali e responsabile della trasparenza e della prevenzione della corruzione. In passato è stata fra le varie mansioni anche dirigente della struttura affari legali. Una non laureata dirgente degli affari legali e degli affari generali di una struttura di tale rilievo?? Come si può notare dallo stesso link dell'Azienda (vedi foto), la sola dirigente a non avere alcun titolo di studio davanti al proprio cognome è la dirigente Cameranesi. Non solo; basta dare una rapida occhiata al suo anomalo curriculum (vedi Pdf allegato), non europeo, per constatare che non vi è menzione del titolo di studio e che al termine del documento sono riportati solo una serie di esami universitari sostenuti. Gli stessi uffici dell'Azienda Sanitario Ospedaliera di Udine ammettono di sapere da tempo della super dirigente senza laurea (e senza concorso ovviamente) ma si rifugiano dietro la formula della "laurea in itinere", fatto fra l'altro piuttosto bizzarro per una persona di 63 anni che da quindici anni è dirigente. Come può, il direttore generale Mauro Delendi, che con la signora Cameranesi condivide la responsabilità e la firma di molti atti legali non nutrire dei ragionevoli dubbi? Naturalmente anche in questo caso saremo ben lieti di poter pubblicare eventuali risposte, precisazioni o integrazioni inviateci, come richiesto, dai diretti interessati o dai responsabili della sanità regionale fvg.

  • Commenti

  • La LEGGE prevede la laurea per fare il dirigente? allora bisogna far rispettare la legge ed il perbenista dovrebbe già domani esporre il fatto agli organi competenti oppure gli organi competenti che leggono questo blog dovrebbero immediatamente intervenire.Resta il fatto che come dice Max non bisogna confondere "qualifica" con "competenza" quindi abolizione immediata del titolo di studio e valorizzazione delle competenze. Commento inviato il 12-11-2015 alle 17:58 da cividale
  • Peccato signori garantisti dei post precedenti che esiste la LEGGE, avete presente? La LEGGE, che ormai da anni non ammette le dirigenze pubbliche senza il diploma di laurea. Commento inviato il 12-11-2015 alle 16:45 da Alex
  • Già... d'alema !!! Invece Stella e Belpietro nn sono amministratori ma in un certo senso 'controllori' Infine questa tizia, siamo sicuri che sia all'altezza. Mi risulta che sia una paraculata sindacalista. Questo dice molto, tanto, troppo. Ci sono operai che nn vedono l'ora di andare in pensione. Questa arzilla vecchietta potrebbe prendere l'occasione, e lasciare il posto a qualche giovane laureato meritevole ma a spasso. "...Del resto l'Italia è stata amministrata da non laureati (basti pensare a D'Alema) e ottimi giornalisti come Stella o Belpietro possono dare lezione di giornalismo a molti laureati. Per concludere preferisco un non laureato preparata a un laureato raccomandata..." Commento inviato il 12-11-2015 alle 14:23 da CV Brescia
  • E meno male che la Joint Commission vigila sui certificati originali dei titoli di laurea... Commento inviato il 12-11-2015 alle 12:41 da il dirigente
  • Concordo con Anonimo. Non confondere "qualifica" con "competenza". Importante assumerli con regolare concorso,senza "spinte" o "aiuti" vari. Commento inviato il 12-11-2015 alle 12:16 da max
  • In Italia il titolo di studio è un mantra che non esiste negli altri paesi avanzati. Gli incarichi vanno dati per concorso, seri però, e l'attività va monitorata, seriamente, anno per anno. Del resto l'Italia è stata amministrata da non laureati (basti pensare a D'Alema) e ottimi giornalisti come Stella o Belpietro possono dare lezione di giuornalismo a molti laureati. Per concludere preferisco un non laureato preparata a un laureato raccomandata e approva l'abolizione del titolo di studio come richiesto puù volte dai radicali. Commento inviato il 12-11-2015 alle 10:43 da Anonimo

Responsabilit� dell'utente

Ogni opinione espressa dai lettori attraverso i commenti agli articoli � unicamente quella del suo autore, che si assume ogni responsabilit� civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere "Il Perbenista" manlevato ed indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato. Tutti i contributi testuali, video, audio fotografici da parte di ogni autore/navigatore sono da considerarsi a titolo gratuito.
Lascia un commento Sei Umano?

Scrivici a:

perbenista@gmail.com
PUBBLICITÀ