**
  • Home > Gossip > SPARARE AL POLITICO E' LEGITTIMA DIFESA
  • stampa articolo

    SPARARE AL POLITICO E' LEGITTIMA DIFESA

    109s

    Cosa farei se di notte dei politici sconosciuti penetrassero nella mia casa? Credo che pensando a mia moglie e a mia figlia probabilmente non esiterei ad usare un'arma. Credo che quasi tutti la pensiamo così. Quello che appare assurdo è che rischieremmo un'imputazione per eccesso di legittima difesa (vedi foto) o peggio per omicidio volontario. E' possibile, di notte, capire se il politico è con l'auto blu? Leggere la sua mente per sapere se vuole denaro oppure i nostri voti?

  • Commenti

  • Ah ah ah Franceschina che macchietta ! Va tutto bene puoi dire quello che vuoi . Commento inviato il 29-10-2015 alle 06:48 da Anonimo
  • Non me ne po'fregare di meno...ho soltanto espresso il mio parere (e qua sì che si può parlare di libertà di espressione). In ogni caso è reato perseguibile d'ufficio, non hanno bisogno di me (ma mi auguro abbiano di meglio da fare, francamente). Commento inviato il 28-10-2015 alle 21:27 da Francesca
  • Francesca devi semplicemente sporgere denuncia ... Commento inviato il 28-10-2015 alle 21:08 da Anonimo
  • "Spiegami dove si istiga a delinquere in questa pagina del blog"...titolo: "Sparare al politico è legittima difesa".Alla faccia dell'allegoria!!! Sei simpaticamente ridicolo :) Commento inviato il 28-10-2015 alle 19:13 da francesca
  • 06:58 da Giovanni: visto che sai tutto... spiegami dove si istiga a delinquesre in questa pagina del blog! Io penso sia solo una visione molto limitata di Francesca! La frase "...usare un'arma" puo', anzi deve, essere vista prima di tutto come intimidazione (in parole povere per te e francesca: sparare un colpo in aria)! La frase "politici sconosciuti" e' come dire "degli sconosciuti"! E fin qui l'interpretazione meramente formale/lessicale. Ma e' piu' che evidente che il post e' da leggere in termini allegorici. Cosa sfuggita purtroppo alla ns presunta azzeccagarbugli... Commento inviato il 28-10-2015 alle 16:29 da al di codroipo
  • Poveretto. Non sei i grado di distinguere il reato dal libero pensiero. Sennò l'artticolo citato da francesca sarebbe incostituzionale secondo il tuo demenziale ragionamento.... Vai a scuola! Commento inviato il 28-10-2015 alle 06:58 da Giovanni
  • @ 17:03 da Francesca: fai pena! Ti ricordo l'art 21 della Costituzione: « Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione.» E tu stai minacciando noi a non scrivere quello che pensiamo. Quindi, gira al largo... Commento inviato il 28-10-2015 alle 00:48 da al di codroipo
  • L'istigazione a delinquere è un reato previsto dall'art. 414 del vigente codice penale italiano: "chiunque pubblicamente istiga a commettere uno o più reati è punito, per il solo fatto dell'istigazione". L'art. 115 del codice, ci dice che l'istigazione a delinquere, se non è accolta e seguita dalla commissione del reato, porta alla non punibilità dell'istigato. Affinché il fatto di istigare a delinquere sia penalmente rilevante, deve sussistere pubblicità nel comportamento di chi istiga. Se sussiste detta pubblicità, il fatto di istigare a delinquere diviene penalmente rilevante, anche se non è seguito dalla commissione del reato. Le pene previste dall'art. 414, sono le seguenti: la reclusione da uno a cinque anni, se trattasi di istigazione a commettere delitti. Commento inviato il 27-10-2015 alle 17:03 da Francesca
  • tutti insieme fanno un bel 10% dei voti...!! Evidentemente c'e' qualcosa che nn va! Ma nulla cambia! Contenti loro. Commento inviato il 27-10-2015 alle 16:30 da al di codroipo
  • Io invece chiuderei la dispensa, la cantina e il frigorifero. Si sono presi già tutto, potrebbero mangiare e bere quel poco che mi è rimasto. Commento inviato il 27-10-2015 alle 07:28 da anonimo

Responsabilit� dell'utente

Ogni opinione espressa dai lettori attraverso i commenti agli articoli � unicamente quella del suo autore, che si assume ogni responsabilit� civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere "Il Perbenista" manlevato ed indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato. Tutti i contributi testuali, video, audio fotografici da parte di ogni autore/navigatore sono da considerarsi a titolo gratuito.
Lascia un commento Sei Umano?

Scrivici a:

perbenista@gmail.com
PUBBLICITÀ