**
  • Home > Gossip > UNIVERSITA' SVENDUTA ALLA POLITICA: DE TONI SI DIMETTA
  • stampa articolo

    UNIVERSITA' SVENDUTA ALLA POLITICA: DE TONI SI DIMETTA

    284A

    Il Senato accademico dell'Università di Udine faccia il suo dovere. Il Rettore Alberto Felice De Toni (vedi foto) ha violato il regolamento dell'Università che impedisce di affidare spazi per eventi politici ai partiti politici. Non solo. Ha utilizzato la sua mail del rettorato per inviare a tutti gli studenti e ai docenti un invito alla Festa dell'Unità con tanto di link del Pd. Adesso è inammissibile tacere. Oppure De Toni conceda le sale e i corridoi dell'Ateneo anche alle riunioni di Casapound, Lega Nord e M5S. Da oggi partirà una raccolta di firme e chiederemo le dimissioni del Rettore De Toni. Noi ci auguriamo che dimostri orgoglio, salvi l'Università da questo schiaffo e si dimetta da solo.

  • Commenti

  • De Toni ha sempre fatto cinicamente i comodi suoi e ha sempre cercato di approfittare della sua posizione pubblica per fare soldi ed acquisire potere in barba alla legge: nei primi anni 2000, quando era vicepreside di Ingegneria, faceva in contemporanea anche il presidente di Telefriuli. Si sa che questo è un reato? E perchè nessuno lo dice? E perchè nessuno dice che il Rettore Honsell sapeva di quanto faceva De Toni ma non interveniva? Commento inviato il 26-10-2015 alle 22:28 da lupo mannaro
  • De Toni ha sempre fatto cinicamente i comodi suoi e ha sempre cercato di approfittare della sua posizione pubblica per fare soldi in barba alla legge: nei primi anni 2000, quando era vicepreside di Ingegneria, faceva in contemporanea anche il presidente di Telefriuli. Si sa che questo è un reato? E perchè nessuno lo dice? E perchè nessuno dice che il Rettore Honsell sapeva di quanto faceva De Toni ma non interveniva? Commento inviato il 26-10-2015 alle 22:27 da lupo mannaro
  • Molti pensavano che questo rettore fosse solo un cialtrone. È molto peggio con questo atto infame ha sputtanato la nostra università. Deve andarsene!! Commento inviato il 26-10-2015 alle 21:26 da studente deluso
  • Violare le leggi e i regolamenti dimostra il potere di chi li viola. Tanto si sa che nessuno sanziona i potenti. Le leggi esistono solo per la plebaglia, i cittadini semplici. la Costituzione scrive che i cittadini sono tutti uguali, ma "loro" sono più uguali. Commento inviato il 26-10-2015 alle 08:59 da topo di biblioteca

Responsabilit� dell'utente

Ogni opinione espressa dai lettori attraverso i commenti agli articoli � unicamente quella del suo autore, che si assume ogni responsabilit� civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere "Il Perbenista" manlevato ed indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato. Tutti i contributi testuali, video, audio fotografici da parte di ogni autore/navigatore sono da considerarsi a titolo gratuito.
Lascia un commento Sei Umano?

Scrivici a:

perbenista@gmail.com
PUBBLICITÀ