**
  • Home > Gossip > FORZA ITALIA: RINASCE L'ASSE RICCARDI - SARO
  • stampa articolo

    FORZA ITALIA: RINASCE L'ASSE RICCARDI - SARO

    89p

    Svelata la notizia della cena a Cormons fra i quattro giovani di Forza Italia, Ferruccio Saro, Riccardo Riccardi, Ettore Romoli e Roberto Dipiazza, emergono i nuovi assetti azzurri. Ad aiutarci nella ricostruzione dei fatti è Mirco Mastrorosa, supporter storico di Stefano Balloch, che oltre ad essere stato fra i primi a venire a conoscenza della cena, oggi twitta: "Ma che ci fanno Riccardi e Saro a cena? Cercano di fottere Dipiazza con il pensiero unico?" Il pensiero unico, altro non è che la richiesta all'ex sindaco di Trieste di correre con un unico listone di centrodestra evitando a Forza Italia l'imbarazzo di contarsi con la sua civica. Ma c'è di più. Nella stesura degli inviti la volontà di tenere fuori una Sandra Savino diventata ormai troppo ingombrante e Massimo Blasoni considerato "il solito battitore libero" emerge a caratteri cubitali. Non solo: ad emergere è anche la ricomposizione di un asse Saro - Riccardi come ai tempi di cui un giovane Riccardo Riccardi mise per la prima volta piede in abito grigio in Autovie Venete. I due sono ormai mesi che si frequentano regolarmente. Oggi Ferruccio Saro ha due soli obiettivi: vendicarsi di essere stato usato e gettato da Debora Serracchiani e di essere stato "cacciato" dal Pdl da Massimo Blasoni. Riccardi, terrorizzato di essere stretto fra i due Berlusconiani, Massimo Blasoni e Stefano Balloch, si ispira a Denis Verdini e prova a giocare il ruolo di pontiere.

  • Commenti

  • non dimentichiamo che vanno a cena con i nostri soldi, hanno vitalizi d'oro Commento inviato il 26-10-2015 alle 20:38 da Anonimo
  • Mossa astuta, Riccardi è una volpe, staremo a vedere... Commento inviato il 26-10-2015 alle 16:45 da Anonimo
  • Ecco il nuovo che avanza... Perbenista qual'è l'eta media ?? Commento inviato il 26-10-2015 alle 07:40 da Anonimo
  • Saro e Romoli sono la rovina della Regione. Non hanno fatto crescere nessuno, hanno pensato solo ai loro interessi personali Commento inviato il 25-10-2015 alle 22:06 da Anonimo
  • Saro e Romoli sono la rovina della Regione. Non hanno fatto crescere nessuno, hanno pensato solo ai loro interessi personali Commento inviato il 25-10-2015 alle 22:06 da Anonimo
  • Forza Ferruccio. Li freghi con una gamba sola Commento inviato il 25-10-2015 alle 21:19 da Anonimo
  • I macro manager compensi ci sono ancora. Pensate al medio credito del Friuli-Venezia Giulia. Debora razzola politicamente molto male! Commento inviato il 25-10-2015 alle 20:37 da L'Insmentibile
  • dico una sola cosa, si vergognino specialmente qualcuno quanti soldi al mese si beccano,soldi sudati dal popolo .Alle elezioni mandiamoli fuori, patecipiamo alle loro pubbliche riunione con sfotto Commento inviato il 25-10-2015 alle 19:21 da anonimo
  • Il grande errore di Saro è stato appoggiare la Seracchiani e far perdere le elezioni a Tondo! Lo stesso errore lo sta facendo adesso Colautti. Commento inviato il 25-10-2015 alle 19:13 da Anonimo
  • Ma ancora a parlare di questi furfanti che hanno fatto più danni della peste?? Quello in foto poi... Commento inviato il 25-10-2015 alle 18:15 da totonno
  • E' arrivata l'ora che pensino a Sereni Orizzonti. Non si sono ancora accorti di essere fuori....di testa. I vitalizi non ci sono più ed i macro manager compensi la Serracchiani ha fatto bene a togliere. Mandi . Mandi Commento inviato il 25-10-2015 alle 17:09 da Gigi di cordenons
  • mi chiedo come mai certa gente rovina gli assetti istituzionali solo per vendette private. mandiamoli fuori a coltivare i campi visto che sono bravi a fare solo questo.ne abbiamo piena la bile dei riciclati che hanno preso voti in regione ed in parlamento senza mai muovere un dito e solo le mandibole Commento inviato il 25-10-2015 alle 13:58 da anonimo

Responsabilit� dell'utente

Ogni opinione espressa dai lettori attraverso i commenti agli articoli � unicamente quella del suo autore, che si assume ogni responsabilit� civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere "Il Perbenista" manlevato ed indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato. Tutti i contributi testuali, video, audio fotografici da parte di ogni autore/navigatore sono da considerarsi a titolo gratuito.
Lascia un commento Sei Umano?

Scrivici a:

perbenista@gmail.com
PUBBLICITÀ