**
  • Home > Gossip > IL FEELING DEL RETTORE DE TONI PER IL PD E LA CARNIA
  • stampa articolo

    IL FEELING DEL RETTORE DE TONI PER IL PD E LA CARNIA

    IL FEELING DEL RETTORE DE TONI PER IL PD E LA CARNIA SCARICA PDF

    Non solo gli studenti indipendenti, non solo le forze politiche del centrodestra e i grillini, ma anche due storici "pezzi da 90" che hanno visto crescere e consolidarsi il potere del Rettore Alberto Felice De Toni, sparano a zero sulla scelta dell'Ateneo Udinese di ospitare la Festa dell'Unità. "Un tempo - ha affermato il presidente degli industriali di Pordenone Michelangelo Agrusti - nemmeno le forze dell'ordine potevano violare l'indipendenza dell'Università". "Una scelta da condannare" - gli fa eco l'ex Ministro Giorgio Santuz (ospiti del programma Specchio delle mie brame, questa sera 21.30 su Udinese Channel). In realtà, basta dare una rapida occhiata al curriculum vitae del Magnifico Alberto Felice De Toni, per capire che il rettore è sempre stato legato al centrosinistra (vedi foto con Illy, Bertossi e Marsilio). Molteplici gli incarichi di nomina regionale dalla Carnia a Trieste (apri Pdf e leggi curriculum). Presidente di Agemont - Agenzia per lo sviluppo economico della montagna - dal 2005 al 2010; Membro del cda di Eurotech Spa di Amaro dal 2006 al 2011; Consigliere di Mercurio Fvg Spa operante nel settore delle infrastrutture in fibra ottica dal 2006 al 2009; Vicepresidente in Area Science Park dal 2002 al 2006; Vice presidente di Cirmont - Centro Internazionale di Ricerca per lo sviluppo della Montagna di Amaro dal 2005 al 2008. Uno scivolone del Pd regionale che potrebbe non garbare per nulla al rottamatore Matteo Renzi e neppure alla Governatrice Debora Serracchiani, poco innamorata delle vecchie volpi carniche.

  • Commenti

  • De Toni ha sempre fatto i comodi suoi e ha sempre cercato di approfittare della sua posizione pubblicare per fare soldi ed acquisire potere in barba alla legge: nei primi anni 2000, quando era vicepreside di Ingegneria, faceva anche il presidente di Telefriuli. Si sa che questo è un reato? E perchè nessuno lo dice? E perchè nessuno dice che il Rettore Honsell sapeva di quanto faceva De Toni ma non interveniva? Commento inviato il 26-10-2015 alle 22:34 da lupo mannaro
  • De Toni, Compagno, Pressacco, Strassoldo... io rimpiango politicamente la prima Repubblica, e tu? Fare politica non corrisponde a un titolo di studio. Anzi! Monti docet! Commento inviato il 24-10-2015 alle 12:54 da PERNACCHIE!
  • Era ora che si scoprissero gli altarini. DT è diventato rettore con la spinta della politica (e dei grembiuli) con cui da sempre inciucia. Basta vedere le facce della foto e la lunga lista di incarichi precedenti la nomina a rettore ottenuti dalla politica, peraltro in larga misura senza autorizzazioni (...fategliele tirare fuori) come prevede la norma per i dipendenti pubblici e quindi probabilmente svolti in modo illegittimo. L'università in mano alla politica non è accettabile. A questo punto lui deve fare le sue opportune valutazioni perchè non può più essere garante della comunità in un ruolo così importante. Altrimenti rassegnamoci ad avere un'università che serve solo da trampolino per traguardi politici a docenti verosimilmente mediocri dato che mai (vedansi i precedenti rettori) tornano alla propria cattedra. Commento inviato il 24-10-2015 alle 11:12 da indignato
  • guarda, guarda, si parla di vecchie volpi ma ancora in auge. Agemont, cirmont, due carrozzoni mangia soldi. Manca ancora un ente e poi ci sara pure somma a questo tavolo. Si confida in due movimenti politici per una necessaria e sana pulizia. Commento inviato il 23-10-2015 alle 22:30 da ciao enzo
  • Non manca l'indicazione del grado massonico? Commento inviato il 23-10-2015 alle 22:02 da Anonimo
  • ma vorrà diventare sindaco di Udine??? Nooooooo! Commento inviato il 23-10-2015 alle 19:59 da anonimo
  • in pratica 'sto qua ha lavorato solo un paio d'anni (se si puo' chiamare lavoro presso l'ENI). il resto e' tutta fuffa pubblica! Comprese le pubblicazioni ormai obbligatorie! Cosi' a spanne lo giudico un "furbetto"... ma nn lo conosco! Io rispetto solo i prof ed i rettori che arrivano dal mondo del lavoro e che si sono fatti un mazzo cosi'! Gli unici in grado di portare esperienza nella scuola pubblica italiana! Parlo per esperienza personale... i migliori insegnanti (pochissimi) sono quelli che hanno conoscenza pratica... tutto il resto e' gente che passa dal banco alla cattedra! Almeno fossero ricercatori di fama internazionale! In USA questa gente, negli atenei, fa le pulizie (con tutto il rispetto per i bidelli) ! Commento inviato il 23-10-2015 alle 19:18 da al di codroipo

Responsabilit� dell'utente

Ogni opinione espressa dai lettori attraverso i commenti agli articoli � unicamente quella del suo autore, che si assume ogni responsabilit� civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere "Il Perbenista" manlevato ed indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato. Tutti i contributi testuali, video, audio fotografici da parte di ogni autore/navigatore sono da considerarsi a titolo gratuito.
Lascia un commento Sei Umano?

Scrivici a:

perbenista@gmail.com
PUBBLICITÀ