il Perbenista
si è rifatto
il look
Notizie flash
VIDEOTELEBLOG - IL NUOVO CANALE YOUTUBE DEDICATO ALLE INCHIESTE

I POTENTI LEGAMI FRA PALENZONA E MARESCA

L'immagine che vedete ritrae alcuni potenti personaggi del mondo politico romano (vedi foto) che in Friuli Venezia Giulia hanno da sempre dei precisi colonnelli. Come dire che per arrivare a loro, uomini di potere, è necessario passare attraverso dei legittimi interlocutori che fungono anche da filtro. Lo scatto risale all'assemblea generale Aiscat del 2012: al centro il presidente Aiscat, e vice presidente Unicredit, Fabrizio Palenzona, alla sua destra il presidente della commissione lavori pubblici del Senato Luigi Grillo, a sinistra il presidente della commissione trasporti della Camera dei Deputati Mario Valducci. Recentemente, da luglio 2015, è entrato a fare parte del cda di Aiscat anche l'amministratore delegato di Autovie Venete Maurizio Castagna, poltrona in cui, prima di lui, non sedeva alcun rappresentante della partecipata regionale. Questa è attualmente la composizione del cda di Aiscat: Presidente dott. Fabrizio Palenzona; Vice presidenti ing. Giovanni Castellucci, ing. Walter Pardatscher, ing. Paolo Pierantoni; Consiglieri: ing. Maurizio Castagna, dott. Fabio Cerchiai, avv. Amedeo Gagliardi, dott. Beniamino Gavio, sig. Flavio Tosi, Ing. Umberto Tosoni, dott. Carlo Toto, ing. Gennarino Tozzi, ing. Angelo Sticchi Damiani, ing. Claudio Vezzosi. Lo scorso anno Autovie Venete chiede ad Aiscat una super consulenza/assistenza sull'accesso a dei finanziamenti Europei e la sua eventuale trasformazione in house ed Aiscat prontamente individua tre consulenti fra cui il prof. avv. Maurizio Maresca (apri Pdf e vedi curriculum). Il prof. Maresca, direttore del Consorzio Etl, ente di formazione costituito da Ferrovie dello Stato, Alitalia, Grimaldi, Sea e Autorità Portuale di Trieste e già, vice presidente di Unicredit Logistics spa, dal 1999 al 2003 ricopre la carica di Presidente dell'Autorità Portuale di Trieste, ente pubblico nominato dal governo nazionale. A legarlo professionalmente al potente Palenzona, tuttavia, non è solo l'appartenenza alla grande famiglia di Unicredit e nemmeno Aiscat, ma anche la condivisione per alcuni anni del cda di Impregilo spa.