il Perbenista
si è rifatto
il look
Notizie flash
LUNEDI' 10 FEBBRAIO ORE 19 IL CIRCOLO "F.T.MARINETTI - ROTTA FUTURA" SARA' A CIVIDALE AL CAFFE' SAN MARCO

LA GRAME CASSAFORTE DEL PATTO PER L'AUTONOMIA

A capitanare il tavolo dei sindaci del Patto per l'Autonomia sedeva il sindaco di Mereto di Tomba, Massimo Moretuzzo. Quarantenne, imprenditore, è presidente del Cevi, centro di volontariato internazionale di Udine ed ha partecipato attivamente alle campagne sul diritto sull'acqua bene comune, sulla tutela degli usi civici e nella promozione del Forum suil'economia solidale del Friuli Venezia Giulia. Alla sua destra Elisabetta Basso (vedi foto), sorella di Cristina, storica addetta di segretaria di Claudio Violino e presidente dell'associazione culturale "La Grame" con sede a Mereto di Tomba. Prima della Basso, la rappresentanza legale della potente associazione culturale di Mereto vicina a Claudio Violino era del consigliere provinciale della Lega Nord Eros Cisilino. La stessa Grame nel 2010 edita il libro "La impuartance des tradizions" scritto da Fabio Fiorin, ex collaboratore di Claudio Violino durante lo scorso mandato in Regione ed attualmente segretario organizzativo provinciale della Lega Nord. Nonostante il nome apparentemente funebre, Mereto di Tomba ha visto nascere e/o crescere numerosi politici padani, fra cui l'ex capo gabinetto di Edouard Ballaman e Maurizio Franz, Sandro Burlone e l'ex assessore provinciale Loreto Mestroni. Tuttavia, l'attuale sindaco Massimo Moretuzzo che si dichiara fieramente indipendente ed equidistante da tutti i partiti politici ha in giunta due assessori ben marchiati: l'esterno Sandro Burlone e Mattia Mestroni, figlio del sopra citato Loreto. Nell'ottobre del 2014 La Grame pubblica un libro sugli affreschi della Cappella Ottogogonale della Chiesa Parrocchiale di Tomba e lo presenta in canonica con la Basso e Moretuzzo. Sempre a fine 2014 l'associazione della Basso organizzò "Lezion di autonomie cu la Grame" chiamando come relatori Massimo Moretuzzo, Giorgio Cavallo, Mirko Bellini (ex direttore Ersa durante l'assessorato Violino) e Sergio Cecotti. E' impressionante la cifra di contributi a fondo perso concessi dalla Regione Fvg a La Grame, negli ultimi dieci anni: oltre 600mila euro. Nel 2008 ottiene 30mila euro, nel 2009 ben 126mila euro, nel 2010 altri 92mila euro, nel 2011 ancora 92mila euro, nel 2012 ancora 90mila euro, nel 2013 sono 18mila euro e nel 2014 altri 20mila euro. Certo che Il Patto per l'Autonomia difende la specialità.