il Perbenista
si è rifatto
il look
Notizie flash
VIDEOTELEBLOG - IL NUOVO CANALE YOUTUBE DEDICATO ALLE INCHIESTE

IL PD DI DAMELE E GASPARINI COMMEMORA CANDOLINI

Ieri sera il Circolo Novacivitas e il Comitato Friul Tomorrow hanno organizzato un convegno dedicato ai 30 anni della scomparsa del sindaco di Udine Angelo Candolini. Il dibattito introdotto e moderato dai rispettivi presidenti dei circoli, l'architetto Stefano Asquini e il dirigente della Provincia Daniele Damele si è tenuto presso la sede della Fondazione Crup. Benchè annunciata la presenza nell'invito, il padrone di casa, storico democristiano friulano, già sindaco di Campoformido, Lionello D'Agostini halasciato il posto al suo vice Cernoia. Pare avrebbe preferito non incontrare il relatore principale del convegno e suo ex leader, on. Giorgio Santuz, a causa di alcune ruggini collegate alla gestione dell'Ente Friuli nel Mondo. Fanno parte del circolo del Pd Novacivitas, oltre al presidente Asquini, anche lo stesso Daniele Damele, e numerose personalità del centro sinistra fra cui l'ex sindaco Enzo Barazza (chiamato anche lui fra i relatori al convegno), Nello Visintin, Mauro Bigot, Andrea Moscatelli, Franco Biffoni e Luca Zanfagnini. A completare l'elenco dei relatori il segretario del Pd udinese Enrico Leoncini e il presidente di Informest Enrico Bertossi. Al termine relatori, organizzatori e gli amici più stretti sono andati a brindare privatamente. Nell'immagine (vedi foto) si vedono chiaramente il vice sindaco di Udine Carlo Giacomello, il funzionario regionale e neo presidente dell'Asp La Quiete, Stefano Gasparini, il segretario del Pd udinese Enrico Leoncini, il presidente Informest Enrico Bertossi, l'on. Giorgio Santuz, Enzo Barazza, Massimo Asquini e Daniele Damele. Se Angelo Candolini avesse amministrato Udine in quest'ultimo decennio, avrebbe condiviso, a partire dal caso Englaro, molte delle scelte del suo attuale successore Furio Honsell?