il Perbenista
si è rifatto
il look
Notizie flash
IL VICE PRESIDENTE DE LA QUIETE SMASCHERA IL DIRETTORE GENERALE GUARNERI

GOLPE DI MATTASSI AD INSAPUTA DELLA SERRACCHIANI

In principio fu comunista, poi assessore regionale di sinistra e infine si avvicinò moderatamente a Vanni Lenna e a Renzo Tondo, diventando un tecnico. Dopo tre mandati in consiglio regionale Giorgio Mattassi (vedi foto) tornò quindi all'attività lavorativa approdando in qualità di dirigente all'Arpa. Passano gli anni e da direttore dell'Arpa di Udine si appresta ad andare in pensione (per l'esattezza a partire dal 1 ottobre 2015). Ma la vita del pensionato, ai politici che hanno comunciato a lavorare tardi non piace, così alla pari del suo collega Franco Brussa decide di chiedere al direttore regionale dell'Arpa la possibilità di poter prorogare la data del pensionamento di un anno, mettendosi "gratuitamente" a disposizione. Tuttavia, mentre a Brussa tale opzione è stata negata, nonostante le ottime sponsorizzazioni, parrebbe che a Giorgio Mattassi sia stata concessa. Due pesi, due misure o un golpe all'insaputa della governatrice Serracchiani?