**
  • Home > Gossip > BENSA: FALSO IN ATTO PUBBLICO; LA FUGA DEI COMPLICI
  • stampa articolo

    BENSA: FALSO IN ATTO PUBBLICO; LA FUGA DEI COMPLICI

    93b

    Il caso Giuliana Bensa (vedi foto) diventa sempre più imbarazzante anche perchè ormai i profili penali del falso atto di certificazioni sono evidenti. Eppre già 8 mesi fa, quando segnalammo il caso con un nostro post, molti dirigenti della sanità regionale erano a corrente della mancanza dei requisiti della vincitrice e avevano denunciato le mancanze agli uffici competenti. Lo scontro fra l'assessore regionale Telesca e il direttore centrale della salute Adriano Marcolongo è ormai ai massimi livelli e i requisiti tarocchi o la scarsa presenza di altri dirigenti importati dal Veneto sono oggetto di discussioni continue. Dal verbale della giunta regionale si legge: RILEVATO  che le attestazioni rese dagli enti interpellati non hanno convalidato le dichiarazioni rese dalla dott.ssa Bensa circa l'esperienza professionale presso: _ Nerviamo Medical Sciences Srl: dichiarati 2 anni e 2 mesi a fronte di un'esperienza professionale attestata da quest'ultima società di 7 mesi; - Fondazione San Raffaele del Monte Tabor: dichiarati 7 mesi a fronte di un'esperienza professionale attestata da quest'ultima Fondazione (gestione liquidatoria) di 11 mesi; RITENUTO che l'esperienza dirigenziale settennale della dott.ssa Giuliana Bensa con autonomia gestionale e con diretta responsabilità delle risorse umane, tecniche o finanziarie utili ai fini della maturazione del requisito necessario per l'idoneità alla nomina a Direttore Generale, così come previsto dall'art. 3 bis del Dl.Lgs. 502/1992 non risulta documentata; VALUTATO che dalle attestazioni rese dagli enti interpellati come sopra indicati, in merito alla peculiare esperienza professionale dirigenziale settennale caratterizzata da autonomia gestionale e con diretta resposabilità di risorse umane, tecniche o finanziarie risulta che vi è stato svolgimento di attività professionali prive di tali particolari caratteristiche... Resta ora da capire chi sarà coinvolto in concorso con la Bensa in questa truffa regionale. Troppo facile scaricare tutto su di lei con un pilatesco lavaggio di mani generale. Molti politici e dirigenti sapevano...

  • Commenti

  • Lo scandalo sono gli amici degli amici. Vedrete fra un po' chi sarà messo a capo dell'EGAS .... Ma quella volta tutto andrà bene perché si tratta di personaggi locali ammanicati con titoli comprati. Commento inviato il 30-09-2015 alle 19:28 da Anonimo
  • diamo uno sguardo a somma in cosint. pure li la mano lunga di marsilio. ora fara capannone nuovo anziché prendere uno esistente quasi in disuso. Commento inviato il 29-09-2015 alle 22:54 da ciao enzo
  • Caro Anonimo..ne abbiamo di più eclatanti. Ulteriore conferma della certezza non della "pena" ma "dell'appena", "appena" inquisito tutto insabbiato. Usi e costumi dei sinistri itagliani. Per gli amici le leggi si interpretano e, se non basta, si cambiano. Commento inviato il 29-09-2015 alle 10:02 da lupopaziente
  • Tra breve viene tutto archiviato come hanno fatto con tanti scandali, esempio eclatante è l'albergo diffuso di Sutrio .... Commento inviato il 29-09-2015 alle 04:27 da Anonimo

Responsabilit� dell'utente

Ogni opinione espressa dai lettori attraverso i commenti agli articoli � unicamente quella del suo autore, che si assume ogni responsabilit� civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere "Il Perbenista" manlevato ed indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato. Tutti i contributi testuali, video, audio fotografici da parte di ogni autore/navigatore sono da considerarsi a titolo gratuito.
Lascia un commento Sei Umano?

Scrivici a:

perbenista@gmail.com
PUBBLICITÀ