il Perbenista
si è rifatto
il look
Notizie flash
VIDEOTELEBLOG - IL NUOVO CANALE YOUTUBE DEDICATO ALLE INCHIESTE

IACOP E MORETTI NON SALVANO IL PENSIONATO BRUSSA

L'ex consigliere regionale Franco Brussa (in foto con Franco Iacop) dopo 42 anni è andato in pensione. Dopo tre legislature in consiglio, iscritto al Pd, era rientrato in servizio nel 2013 come Segretario dell'Ufficio di Presidenza di Franco Iacop, a fianco ad un altro suo storico ex collega, Giorgio Baiutti, nominato capo gabinetto dello stesso ufficio. Fino alla scorsa settimana, in particolar modo, Brussa era addetto alle relazioni internazionali della Presidenza del Consiglio Regionale ed aveva seguito il presidente Iacop nelle varie missioni all'estero, fra cui l'Argentina. Un'anomalia, tutta friulana, quella dell'ufficio con staff a Bruxelles della Presidenza del Consiglio Regionale se pensiamo che a curare queste relazioni ci sono già gli uffici preposti della giunta regionale. Ciò che non tutti sanno, invece, è che alcune settimane fa, il presidente del Consiglio regionale Franco Iacop avrebbe chiesto al direttore generale Roberto Finardi di prorogare, secondo legge, di un anno il servizio di Brussa presso il suo organico, senza stipendio ma con rimborsi, missioni, benefit ed uffici. Forte dell'amicizia e di essere stato il riferimento dell'attuale capogruppo del Pd in consiglio regionale, Diego Moretti, il quasi pensionato Brussa pareva essere piuttosto ottimista; al contrario è piovuta da Finardi la doccia fredda: niente proroga è ora di godersi la pensione! Evidentemente la governatrice Serracchiani è molto più attenta e scrupolosa di quanto il correntone dei "sette" creda.