il Perbenista
si è rifatto
il look
Notizie flash
PARENTOPOLI IN MARILENGHE AL TEATRI STABIL FURLAN

LAGUNA DI MARANO: LA TALPA ARMA MORETTON E RICCARDI

In Regione FVG tutti i dirigenti percepiscono un ottimo stipendio, ma non tutti hanno la stessa competenza nelle varie materie. Ecco allora che il dirigente rimosso, incazzato o con una tessera di partito riconducibile all'opposizione arma la mano dell'ex potente capogruppo del Pd Gianfranco Moretton. Ma per sparare ad alzo zero ci vuole coraggio ed occorre avere titolo. Da qui il passaggio del "pizzino interrogativo" a chi di dovere dovrebbe tentare di fare opposizione alla Serracchiani: il capopogruppo di Forza Italia Riccardo Riccardi (vedi foto). Anche questa volta a rallentare l'interrogazione e il comunicato stampa è la certezza di potersi esporre senza scottarsi ma il compito è solo da copiare e da firmare. Il dirigente talpa, suggerisce a Moretton che suggerisce a Riccardi che ad oggi non è dato conoscere il testo del piano regionale sui dragaggi a meno che non sia diventato tale una delibera di giunta regionale del febbraio 2014. Peccato intanto che l'unico strumento urbanistico regionale previsto per la Laguna di Marano e Grado, quale il Piano di gestione, sia ancora nel cassetto, e di là da venire, e il Piano Tutela delle Acque del FVg debba ancora essere approvato, sommerso intanto da numerose osservazioni; il dragaggio di Marano si scozza con la sentenza n.84/2015 della Corte Costituzionale che ha affermato che come unico riferimento tecnico in materia di dragaggi vale il Manuale per la movimentazione dei sedimenti marini edito dal Ministero dell'Ambiente e non certo altre "fonti locali"; viene detto che la laguna è un'area delicata, e allora ci si chiede come mai nel corso di due anni le si siano scaricati dentro i sedimenti inquinati del Porto di Marano, come prima delle darsene di Aprilia Marittima, e ora ci sia ppresti a riversacri anche i sedimenti di un'altra Darsena; ci si è forse dimenticati della storia giudiziaria che ha testimoniato dal 1968 al 2010 (ultima sentenza a riguardo) l'inquinamento della laguna di Marano? Infine la talpa regionale, spiega a Moretton, che suggerisce a Riccardi che viene affermato "il perfetto allineamento istituzionale" per l'eccellente risultato del dragaggio del porto di Marano...val la pena allora di ricordare che non più tardi del 2012 ARPA FVG affermava esattamente "una delle maggiori problematiche attuali è l'impossibilità di traslocare il materiale dragato ai lati dei canali in ottemperanza alla legislazione vigente". Nel frattempo però non è cambiata la legislazione: stessi limiti di concentrazione per gli stessi parametri, per acque e sedimenti, ora come allora, in materia di inquinamento. Cosa è cambiato, chiede la talpa, allora, visto che oggi ARPA FVG concede regolarmente il via libera ai dragaggi utilizzando una norma del 2010? Ora non ci resta che attendere un paio di giorni per apprendere di una brillante interrogazione del capogruppo di Forza Italia Riccardo Riccardi all'assessore regionale alle infrastrutture Mariagrazia Santoro. Il testo...già lo intuiamo!