**
  • Home > Gossip > CORPO FORESTALE : 583MILA EURO DI DIRIGENTI REGIONALI
  • stampa articolo

    CORPO FORESTALE : 583MILA EURO DI DIRIGENTI REGIONALI

    249A

    La priorità n.4 del Piano strategico regionale, ha fra gli obiettivi delle Politiche per la montagna, quello di provvedere alla riorganizzazione del Corpo Forestale (CFR) riavvicinandolo al sistema delle imprese agricole e forestali; ma la ristrutturazione intervenuta con la presente amministrazione ha di fatto ripristinato una situazione in cui il CFR, risulta coordinato da ben sei diversi dirigenti. Ovviamente tutti lautamente retribuiti. 1) Servizio gestione territorio montano, bonifica e irrigazione e vice direttore centrale di area Francesco Miniussi (vedi foto); 2) Servizio programmazione e pianificazione forestale e Ispettorato agricoltura e foreste di Tolmezzo direttore di servizio Daniele De Luca; 3) Servizio corpo forestale regionale e Ispettorato agricoltura e foreste di Pordenone e direttore di servizio Massimo Stroppa; 4) Ispettorato agricoltura e foreste di Gorizia e Trieste direttore di servizio Aldo Cavani; 5) Ispettorato agricoltura e foreste di Udine direttore di servizio Roberto Cuzzi; 6) Servizio politiche rurali e sistemi informativi in agricoltura direttore di servizio Serena Cutrano. Il direttore degli ispettorati Agricoltura e Foreste IAF da cui dipendono le stazioni forestali ed il direttore del Servizio CFR per le funzioni trasversali e di antincendio boschivo e vice direttore centrale di area e direttore direttore centrale si contendono la qualifica di Capo del CFR con inevitabili ricadute nelle attività di rappresentanza; Pare che il 20/07/2015 sia stato pubblicato un avviso, per il conferimento di un incarico relativo ad una Posizione organizzativa del Servizio Corpo Forestale regionale coordinamento attività di vigilanza, controllo e monitoraggio del corpo forestale regionale e poi dopo poche ore, sembrerebbe sia stato ritirato in fretta e furia perchè conteneva diverse contraddizioni. Risulterebbe anche che, il direttore del Servizio del CFR, che risulta contemporaneamente anche direttore dello IAF di Pordenone, e il direttore del Servizio programmazione e pianificazione forestale contemporaneamente anche direttore dello IAF di Tolmezzo affermino verosimilmente di non essere in grado di dirigere contemporaneamente due servizi e quindi non possono ottemperare a quanto dovuto, ma il Direttore generale e vice direttore d'area risorse agricole e forestali non ha intenzione di prendere provvedimanti organizzativi e disciplinari nei loro confronti: come si suol dire nella pubblica amministrazione "lupo non morde lupo". Francesco Miniussi percepisce 129.680,59 euro annui. Daniele De Luca percepisce 100.123,47 euro annui; Massimo Stroppa percepisce 89.140,87 euro annui; Aldo Cavani percepisce 90.016,00 euro annui; Roberto Cuzzi percepisce 90.430,00 euro annui; Serena Cutrano percepisce 83.265,00 euro annui. I cittadini del Friuli Venezia Giulia pagano ogni anno la bellezza di 583.000 euro di dirigenti per guardare le "foreste della Regione".

  • Commenti

  • Renzi abolisce il corpo forestale dello stato e in FVG viene incrementata la spesa per il settore neanche fossimo Amazzonia ( strana regione il FVG) - Commento inviato il 30-08-2015 alle 16:31 da cividale
  • come vedi perbenista, gira gira si torna a finire sempre quassù, insisti insisti........ Commento inviato il 30-08-2015 alle 11:23 da CARNICO
  • Lo stipendio del dott.Miniussi è semplicemente una cosa vergognosa. Il Presidente del Consiglio Matteo Renzi ha uno stipendio di 114.796,68 euro/anno. Per quale motivo in Friuli Venezia Giulia ci si permette di elargire questi compensi? E quali responsabilità effettive hanno questi dirigenti? Commento inviato il 29-08-2015 alle 22:13 da Anonimo
  • A proposito di COSINT e non solo,Somma /Marsilio & C. i sotterfugi e i casini che hanno combinato e che continuano imperterriti a combinare,ritrovandosi a notte fonda per perpetrare i loro scopi ,certo non chiari,alle spalle di ignari ...... Commento inviato il 29-08-2015 alle 21:31 da anonimo2
  • a proposito di milan, pare sia molto vicino a somma su in carnia,forse pure quasi legato da parentela. si capisce bene i casini in cosint e il tentativo di scalata di marsilio con il braccio operativo somma e ex sindaco di amaro.Attenzione. Commento inviato il 28-08-2015 alle 23:16 da ciao enzo
  • accanto devi aggiungere i costi di Franco Milan 180.000 l'anno (naturalmente in Regione senza concorso) e qualche centinaia tra forestali ed amministrativi. A guardar il territorio sono pure gli uomini della protezione civile .... più uomini che territorio forestale Commento inviato il 28-08-2015 alle 21:51 da Anonimo
  • Poverini mi sembra anche poco con tutte quelle incombenze che hanno e la responsabilità continua nel firmare il nulla .... Commento inviato il 28-08-2015 alle 20:48 da anonimo

Responsabilit� dell'utente

Ogni opinione espressa dai lettori attraverso i commenti agli articoli � unicamente quella del suo autore, che si assume ogni responsabilit� civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere "Il Perbenista" manlevato ed indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato. Tutti i contributi testuali, video, audio fotografici da parte di ogni autore/navigatore sono da considerarsi a titolo gratuito.
Lascia un commento Sei Umano?

Scrivici a:

perbenista@gmail.com
PUBBLICITÀ