il Perbenista
si è rifatto
il look
Notizie flash
VIDEOTELEBLOG - IL NUOVO CANALE YOUTUBE DEDICATO ALLE INCHIESTE

MARCOLONGO, GUARNERI E LE RSA TRASFERITE

Dal 1 agosto 2015 vi è stato il trasferimento della Rsa da Casa Verde, gestita dalla cooperativa Universiis di Udine al Sanatorio Triestino. A marzo Univeriis cedette questo ramo di azienda alla struttura di via Rossetti. In seguito a questo trasferimento l'ex gestore, e proprietario dell'immobile di Servola, il 10 agosto ha presentato un esposto poichè la Direzione Centrale della Salute della Regione Fvg aveva autorizzato il trasferimento con decreto di urgenza al Sanatorio dei 38 posti letto della Rsa, occupati allora da 34 ospiti, senza avvertirlo. Glauco Rigo, proprietario di Villa Verde, afferma di non capire le ragioni del decreto di urgenza e di aver saputo quanto successo dai direttori dei altre strutture come Igea e Mademar. Esistono poi delle irregolarità - afferma Rigo al Piccolo - all'interno del sanatorio, come il subappalto di alcune attività della Rsa, cosa vietata dal contratto con l'Azienda. Inoltre i ricoveri sono stati bloccati e dislocati in altre Rsa: da 34 di inizio agosto, sono la metà. Perchè - si domanda Rigo - era obbligatorio questo trasferimento se nemmeno al Sanatorio ci sono i requisiti essenziali? Perchè i controlli non sono stati fatti in via Rossetti prima del trasloco? Una seccatura non da poco per il Direttore Centrale salute della Regione, Adriano Marcolongo (in foto con Delli Quadri), già indagato in Veneto per altre vicende inerenti strutture private e per il consigliere delegato del Sanatorio, Salvatore Guarneri, rinviato a giudizio di recente come direttore generale della Asp La Quiete di Udine.