il Perbenista
si è rifatto
il look
Notizie flash
CLICCA SUL BANNER IN BASSO DI VIDEOTELEBLOG

GRADO: NON SI MUOVE FOGLIA BERNARDIS NON VOGLIA

Considerato per anni in ottimi rapporti con l'ex governatore Renzo Tondo e parte significativa della sua giunta, in particolar modo Federica Seganti, Adriano Bernardis, è riuscito a conquistarsi immediatamente la stima dell'assessore regionale Maria Grazia Santoro e della potentissima dirigente Magda Uliana. Grado 3, un progetto da 327 milioni di euro di investimento promosso dall'imprenditore per un nuovo complesso turistico, commerciale e residenziale sull'Isola d'Oro, nella zona della Sacca dei Moreri, di proprietà dello stesso Bernardis ha finito per contrapporre davati al Tar, la Regione Fvg e la Soprintendenza dei beni paesaggistici e architettonici del Friuli Venezia Giulia. Già socio del presidente del Palermo Calcio, Maurizio Zamparini, in progetti imponenti è ritenuto in grado di mantenere o far cadere le giunte di Grado in base al suo umore. Si vocifera che in queste ore al potente Bernardis, sarebbe gradita la candidatura del giovane avvocato Daniele Coslovich già impegnato nelle sale consiliari ma senza un preciso e definitivo orientamento politico. Ad ambire al ruolo di primo cittadino per il Pd ci sarebbero la consigliera provinciale goriziana Medeot e il consigliere provinciale udinese Luciano Cicogna, già vice sindaco di Scarel ad Aquileia. Scontata l'ambizione di Roberto Marin, indipendente, già sindaco di Grado e consigliere regionale Pdl, ma inviso a Rodolfo Ziberna e a Riccardo Riccardi. Bernardis ci dovrà pensare e questa volta il tempo non manca.