il Perbenista
si è rifatto
il look
Notizie flash
VIDEOTELEBLOG - IL NUOVO CANALE YOUTUBE DEDICATO ALLE INCHIESTE

BOLZONELLO DA SINDACO VOLEVA DIRIGENTI SENZA LAUREA

Oltre al caso eclatante del bando per dirigente senza laurea emanato da Turismo Fvg, il generale Sergio Bolzonello (vedi foto) già in passato, durante il suo mandato di sindaco di Pordenone, aveva compiuto uno strafalcione esprimendo antipatia per i titoli accademici. Fu durante il suo mandato, infatti, che Sergio Bolzonello promosse il funzionario del Comune Maurizio Bianchet a dirigente dei lavori pubblici. A dir il vero, Bianchet era almeno in possesso di una laurea breve, ma comunque ritenuta insufficiente dalla Corte dei Conti per ricoprire il ruolo di dirigente in un ente pubblico. Il Comune di Pordenone, dopo aver collocato Bianchet fra le posizioni organizzative avrebbe voluto affidargli nuovamente la direzione del settore come fece in precedenza Bolzonello (apri Pdf e vedi allegato delibera). Prima di riaffidare l'incarico, l'attuale primo cittadino, Claudio Pedrotti chiese il parere alla sezione di controllo della Corte dei Conti del Friuli Venezia Giulia ma il parere fu negativo. L'esperienza non basta serve la laurea magistrale. Fu questo, nel 2014, l'orientamente della magistratura contabile, che considera il titolo di studio un "requisito essenziale per l'accesso alle qualifiche dirigenziali nei rapporti di lavoro alle dipendenze delle amministrazioni pubbliche".