il Perbenista
si è rifatto
il look
Notizie flash
ESCLUSIVO: SCOPPIA SANITOPOLI FVG: TUTTI I NOMI

GRAVI RESPONSABILITA' SULLA GESTIONE STEFANUTTI

Secondo una recente analisi sulla gestione della Fondazione di Villa Russiz "le arroganti decisioni sulla politica commerciale (sulle persone e sui prezzi) ha comportato un crollo delle vendite 2014 e ha generato i mancati flussi finanziari che ordinariamente hanno sostenuto la gestione negli anni passati. Anche le banche da subito (giugno 2014) si sono allertate, per la mancanza di ricavi che i manager di Villa Russiz hanno giustificato con una ristrutturazione della politica aziendale. Villa Russiz ha sempre avuto situazioni di grande collaborazione con gli istituti bancari perchè garantiva flussi di ricavi costanti e di buona esigibilità". E' interessante notare che dalla documentazione visionata dopo la gestione Stefanutti (vedi foto), manca ogni riferimento agli accordi presi con il distributore nazionale Heres Spa a cui è stata affidata nel 2013 tutta la rete italia con esclusione del FVg e di Milano città. La lettera di intenti firmata a differenza di quanto sperato non aveva previsto nè alcuna fideiussione a garanzia delle esposizioni nè un impegno minimo di vendita annuo. Inoltre ha previsto una scontistica in merce che ha contribuito a depauperare il valore del prodotto (36+6; 60+12; 120+36 e addirittura 180+60). Da ultimo va evidenziato che era stato stabilito un pagamento differito del distributore rispetto agli acquisti mai rispettato. Questo ha causato ulteriore sofferenza finanziaria e l'accumulo di crediti oggi non più esigibili. A marzo 2015 la società ha depositato domanda di concordato preventivo in continuità (ex art. 186 bis). Ciò ha confermato la correttezza della scelta fatta a dicembre 2014 di ricostruire una rete agenti alle dirette dipendenze della Fondazione e ha salvato la distribuzione dei vini nel 2015.