il Perbenista
si è rifatto
il look
Notizie flash
VIDEOTELEBLOG - IL NUOVO CANALE YOUTUBE DEDICATO ALLE INCHIESTE

LA CASTA DEGLI INGEGNERI DI UDINE E LE MALELINGUE

Corre voce che la figlia di un ingegnere dirigente pubblico stia facendo uno stage/tirocinio presso l'ordine degli ingegneri di Udine. Immediatamente più di qualche iscritto si è chiesto se possa aver influito il fatto che l'attuale presidente dell'ordine, Stefano Urbano (vedi foto), in passato sia stato sindaco nel comune limitrofo di Tavagnacco e che un consigliere sia molto amico del dirigente pubblico. Fin qui nulla di male, solo coincidenze e malelingue. Singolare è che l'ordine stia predisponendo un bando di concorso "pubblico" per rimpiazzare l'impiegato infedele accusato di aver cagionato un ammanco di quasi 100.000 euro e che tra i requisiti vi sia proprio il titolo di studio in possesso della figliuola: laurea in scienze politiche. Inoltre vengono richieste le stesse esperienze che la stagista sta maturando in questo periodo. Quale ingegnere uscirebbe allo scoperto contestando pubblicamente l'eventuale assunzione della figlia di un dirigente pubblico responsabile di varie autorizzazioni per progetti edilizi? La maggioranza degli ingegneri iscritti all'ordine ignora questa situazione come ignorava il fatto che nessuno controllasse cosa faceva l'impiegato infedele. Le attuali sono solo voci; ovviamente chi sa tace e chi tace acconsente. Sono solo soldi degli altri ingegneri e sono tanti che lavorano e pagano la propria quota pensando di avere un consiglio che lavora per loro. Abbiamo voluto dar voce ad un legittimo dubbio di un gruppo di iscritti all'ordine che si augurano di aver preso un abbaglio ma che ormai non ha più fiducia in nessuno e teme, qualora dovesse uscire allo scoperto il loro nome, di non lavorare più.