il Perbenista
si è rifatto
il look
Notizie flash
VIDEOTELEBLOG - IL NUOVO CANALE YOUTUBE DEDICATO ALLE INCHIESTE

REFERENDUM : NO ANCHE AL DOPPIO RIMBORSO GIORNALIERO

La legge Costituzionale 7 febbraio 2013, n.1 di modifica dell'articolo 13 dello Statuto speciale della Regione ha determinato il numero dei consiglieri regionali in ragione di uno ogni 25.000 abitanti, rispetto ai 20.000 del testo precedente (pari a 60 consiglieri). Inoltre la LR/2013 ha rimodulato l'indennità di presenza che spetta ai 49 consiglieri attualmente in carica e afferenti ai 9 gruppi consiliari, fissandola in 6.300 euro. Ad ogni consigliere spetta inoltre il rimborso forfettario per le spese di esercizio del mandato nella misura di euro 2.500 mensili ai consiglieri delle circoscrizioni di Trieste e Gorizia, e di euro 3.500 mensili a quelli di Udine, Tolmezzo e Pordenone. Al Presidente della Regione, del Consiglio regionale ed ai Consiglieri nominati assessori il rimborso forfettario è pari a 2.450 euro mensili. A fine mandato è prevista una indennità pari ad una mensilità lorda per ogni anno di esercizio fino ad un massimo di dieci anni, e l'Assegno vitalizio ai consiglieri regionali che abbiano compiuto sessanta anni d'età, determinato in misura percentuale sull'importo lordo dell'indennità parlamentare e variabile in relazione agli anni di contribuzione. tali costi, concorrono a definire una spesa di bilancio preventivata per il 2015 di 19.244.711,44 euro di cui 6,3 milioni di euro destinati al trattamento indennitario e rimborso forfetario delle spese di esercizio del mandato dei consiglieri regionali e 9,2 milioni di euro per trattamento indennitario spettante agli ex Consiglieri; infine 437 mila euro per i gruppi consiliari. Al presidente della Giunta, al vicepresidente e agli assessori è corrisposta un'indennità di carica che va dai 2.664 ai 3.700 euro mensili. Nel 2014 il Consiglio regionale ha approvato il comma 5 bis LR 15/2014 per prevedere il doppio rimborso ai consiglieri regionali che sono in missione. Spesso gruppi di consiglieri o Commissioni consiliari vanno a visitare amministrazioni straniere rimanendo in missione anche una settimana intera. Anche quest'ultimo comma sarà inserito fra le norme da abrogare nel referednum di settembre.