il Perbenista
si è rifatto
il look
Notizie flash
VIDEOTELEBLOG - IL NUOVO CANALE YOUTUBE DEDICATO ALLE INCHIESTE

CONSIGLIERI REGIONALI: BUSTA PAGA CON DOPPIO FONDO

Già avevamo spiegato ai nostri lettori che un consigliere regionale Fvg percepisce una busta paga con due voci, una fissa ed una in base al collegio elettorale. Quella fissa è l'indennità di presenza pari a 6.300 euro mensili, quella variabile è il rimborso forfettario che oscilla dai 2.500 euro ai 3.500 euro mensili. Per tale ragione è intenzione del Perbenista indire per settembre un referendum abrogativo per cancellare dalla busta paga del consigliere regionale un rimborso forfettario che non trova giustificazione specie per i consiglieri regionali residenti a Trieste. A supporto della tesi che 6.300 euro mensili siano una cifra più che sufficiente per potersi pagare un pieno di benzina senza arrotondare alla grande con una media di altri 3.000 euro, facciamo poi notare che i consiglieri regionali che sono anche segretari dell'Ufficio di Presidenza del Consiglio percepiscono in busta paga ulteriori 1.134 euro mensili, quelli che sono presidenti di commissione e del comitato per la legislazione, come pure i vari capogruppo consiliari percepiscono in busta paga un'aggiunta di 1.512 euro mensili alla pari dei due vice presidenti del consiglio regionale. Su quaranta consiglieri regionali, pertanto otto fanno parte dell'ufficio di Presidenza del Consiglio regionale, sette sono presidenti di commissioni, due sono vice presidenti e altri otto sono capogruppo. Pertanto venticinque consiglieri regionali su quaranta percepiscono circa altri 1500 euro lordi mensili fissi in busta paga, in aggiunta all'indennità di presenza di 6.300 euro mensili. Ecco allora che la busta paga per questi signori arriva a un fisso di 7.800 euro mensili a cui si va ad aggiungere un altro fisso, sotto la voce di rimborso forfettario, di 2500 euro netti per triestini e goriziani, e 3500 euro netti per udinesi, carnici e pordenonesi. A settembre chiederemo a gran voce tramite un referendum abrogativo regionale di cancellare dalla busta paga dei consiglieri regionali la voce fissa di rimborso forfettario (auto - vitto - ecc) che da sola supera il doppio di uno stipendio medio mensile.