il Perbenista
si è rifatto
il look
Notizie flash
CLICCA SUL BANNER IN BASSO DI VIDEOTELEBLOG

PRESTO UN'ALTRA TRUPPA DI LEGIFERATORI CON VITALIZIO

Oltre alla truppa dei 253 ex consiglieri regionali super vitaliziati dalla Regione Fvg, fra un paio di anni ne arriverà un'altra discreta pattuglia. Molti attualmente siedono ancora in consiglio regionale (vedi foto) ma già attenti a fare bene i conti di "pensionamento" e "buonauscita". Come ben sappiamo a fare le leggi sono proprio gli stessi politici che poi dovranno trarne i relativi benefici. Prima di vedere qualche nome e qualche cifra, vi spieghiamo le regole del gioco. Allo stato attuale chi ha maturato una legislatura ha diritto ad un vitalizio pari a 2048,14 euro al mese; chi ha maturato due legislature ha diritto ad una mensilità di 3.949 euro; con tre legislature il vitalizio mensile sale a 5851 euro per toccare alla quarta legislatura l'invidiabile cifra di 6437 euro mensili. La buona uscita è pari all'indennità mensile attuale di 6.300,00 euro moltiplicata per il numero degli anni passati in consiglio regionale (per un massimo di dieci). Tenendo conto che l'attuale legislatura non rientra nel conteggio di quelle utili al vitalizio finale ecco alcuni prossimi vitalizi al raggoiungimento dei 65 anni o dei 60 se "scontati". Enio Agnola, Paride Cargnelutti, Franco Codega, Alessandro Colautti, Elio De Anna, Roberto Novelli, Mara Piccin, Stefano Pustetto, Riccardo Riccardi, Valter Santarossa ad oggi hanno diritto ad un vitalizio di 2048,14 euro; Renzo Tondo, Mauro Travanut, Daniele Gerolin, Enzo Marsilio, Giorgio Baiutti e Franco Iacop ad oggi hanno diritto ad un vitalizio mensile di 3949,21 euro; Bruno Marini e Claudio Violino hanno diritto ad un vitalizio mensile di 5851,30 euro. Al vitalizio, secondo le regole sopra spiegate, va aggiunto un generoso premio di buona uscita. E così la pattuglia degli ex xonsiglieri regionali che dovremo mantenere salirà da 253 a 271. Inoltre saranno da aggiungere anche quanti non hanno ancora maturato l'età e non sono stati ricandidati in questa tornata per le varie spese pazze di rimborsopoli, andano a sfiorare quota 300.