il Perbenista
si è rifatto
il look
Notizie flash
CLICCA SUL BANNER IN BASSO DI VIDEOTELEBLOG

COOP ONDE FURLANE - ARLEF: DUT FRA AMîS

Nella galassia della Regione Fvg gravitano molti satelliti, fra cui alcuni Enti regionali poco noti. Uno di questi è l'Arlef (Agenzia regionale per la lingua friulana). Curiosando nel sito all'area trasparenza abbiamo trovato diverse voci interessanti che di seguito riportiamo con la giusta visibilità. La giunta Serracchiani per il ruolo di presidente Arlef ha riesumato Lorenzo Fabbro (vedi in foto), già presidente dell'Ente ai tempi di Riccardo Illy e non riconfermato da Renzo Tondo. Guardando il profilo pubblico del soggetto, da sua dichiarazione risulta che lo stesso fosse stato vice presidente di "Informazione friulana Società Cooperativa" dal 2009 al 2013, editrice di una nota emittente radiofonica locale, occupandosi principalmente di rapporti con Enti Pubblici territoriali. Nel 2014 Lorenzo Fabbro viene nominato presidente di Arlef; adesso osserviamo assieme i finanziamenti erogati dall'Arlef alla Cooperativa editrice di Radio Onde Furlane (vedi foto) negli anni:

2012 ----- 38.000,00 euro

2013 ----- 30.719,24 euro

2014 ----- 118.627,87 euro    (anno in cui Fabbro è presidente di Arlef) 

Alle cifre sopracitate vanno sommate le sovvenzioni concesse direttamente dalla Regione Fvg che riporteremo in seguito sotto varie voci. Come si può notare nel 2014 i contributi alla Cooperativa di cui fino all'anno precedente Fabbro è stato aministratore, sono quasi quadruplicate. Curiosando nello Statuto dell'Ente abbiamo poi visto che l'Ente è dotato di un comitato tecnico scientifico che esprime valutazioni sui progetti da ammettere a finanziamento, che è presideuto dallo stesso Lorenzo Fabbro, presidente del cda. Compensi percepiti dal presidente Arlef, 810 euro mensili + 40,50 euro a seduta + 4.428,77 euro annui a vario titolo. Se poi guardiamo il curriculum dei componenti del cda, notiamo facilmente che diversi membri possiedono titoli ben superiori a quelli del presidente Fabbro; probabilmente, come in altri casi, anche questa volta sarà prevalsa la ragion politica.                         (Fine Prima Puntata)