il Perbenista
si è rifatto
il look
Notizie flash
VIDEOTELEBLOG - IL NUOVO CANALE YOUTUBE DEDICATO ALLE INCHIESTE

LITI DI CONDOMINIO IN GIUNTA

La recente nomina di Cristiano Shaurli ad assessore regionale all'agricoltura ha modificato l'organigramma del palazzo sede della Regione in via Sabadini. Mentre un tempo ad un assessore facevano capo una o più strutture, nell'era Serracchiani invece si sono invertiti i costumi, nel caso abbiamo tre assessori per una Direzione Centrale, con tutti i problemi di coordinamento e gestione che il fatto comporta. A rigor di logica, al neo assessore Shaurli sarebbe spettato di sedersi nell'ufficio che fu di Claudio Violino e ancora prima di Enzo Marsilio, e invece no. Sergio Bolzonello (vedi foto) e il suo "vicario" tengono duro, non se ne parla nemmeno di spostarsi da li, e quindi non mollano le stanze okkupate. Dopo i primi momenti di imbarazzo il compagno Shaurli è stato costretto a trovarsi una sistemazione provvisoria in un angolino sullo stesso piano, ma il rango impone una sistemazione assessorile adeguata per se e la propria segreteria, e qui l'efficiente struttura deputata alla gestione del palazzo si attiva per liberare spazi facendo spostare uno dei vice direttori centrali che a sua volta andrà ad utilizzare la stanza di un altro dirigente; quest'ultimo andrà a insediarsi in stanze occupate da dipendenti che a loro volta si sposteranno in altri uffici, mettendo così in moto un infernale effetto domino che coinvolgerà una ventina di dipendenti tra sistemazioni provvisorie e definitive. Ovviamente l'operazione necessita di interventi edilizi importanti, ci spiega uno dei funzionari che segue l'importante "vicenda", con nuove tramezzature, impiantistica e quant'altro, spostamento di personale con le relative postazioni informatiche, archivi, etc., tutto a spese dei contribuenti. Quanto costerà l'intero trasloco e quanto tempo porterà via ai vari dipendenti regionali non è dato sapere.