**
  • Home > Gossip > IL CODICE ETICO CHE IMBARAZZA MARIAGRAZIA SANTORO
  • stampa articolo

    IL CODICE ETICO CHE IMBARAZZA MARIAGRAZIA SANTORO

    82c SCARICA PDF

    Un codice etico ( vedi Pdf allegato) che vincola, anche al di là degli obblighi già sanciti per legge, presidente della Regione e assessori (vedi foto) a una buona politica, alla ricerca dell'efficacia e dell'efficienza dell'azione amministrativa, al contenimento dei costi senza pregiudicare la qualità. E soprattutto all'imparzialità, allo spirito di servizio, alla trasparenza, alla lealtà, alla responsabilità, evitando qualsiasi conflitto di interesse. Lo ha istituito la Giunta regionale, nell'ultima seduta di Giunta, su proposta della stessa presidente, Debora Serracchiani. Ma per quale ragione impegnare alla trasparenza e alla correttezza solo la giunta regionale e non anche la maggioranza consigliare che sostiene la giunta? In effetti, è proprio fra i consiglieri regionali Enzo Marsilio, Enio Agnola e Daniele Gerolin che sono scoppiati i primi "focolai" di astuzia personale. Va poi ricordato, che dal giorno della sua nomina, l'assessore regionale alle infrastrutture e alla pianificazione territoriale, Mariagrazia Santoro (Pd), è stata fortemente criticata da molti suoi colleghi architetti per una lunga serie di possibili conflitti di interesse nella stesura e nell'approvazione di piani regolatori di varie amministrazioni locali. Abbiamo già scritto e documentato in merito alla variante del piano regolatore di Tarvisio e Pontebba, ma anche a Budoia il clima era teso. Non solo; tensione anche sulla progettazione del piano regolatore di Pradamano e di Caneva il cui iter sarebbe stato approvato dalla stesso architetto che lo ha redatto. E che dire della revisione generale del regolamento edilizio del Comune di San Daniele del Friuli?

  • Commenti

  • Abbiamo dei problemi enormi e la presidente della regione presenzia cose senza importanza. La occupazione principale ê apparire ma solo il sabato e la domenica perchè tutta la settimana è romana, anzi lo ê sempre e solo il sabato e la domenica si fa fotografare qui in campagna. Commento inviato il 06-07-2015 alle 21:54 da Anonimo
  • ... la formula è sempre la medesima: a chi TUTTO ed agli altri un c.... di NIENTE ... Commento inviato il 06-07-2015 alle 19:03 da Anonimo
  • Il codice etico si applica quando partecipa al concorso regionale la segretaria particolare dell'assessore al personale della Regio Paolo Panontin ?? Cara Serracchiani insegna le regole minimali a casa tua . Commento inviato il 06-07-2015 alle 12:45 da giustizia e Libertà
  • Il codice etico si applica a Panontin che assegna al suo Comune Azzano Decimo oltre 500.000 euro dei fondi della protezione civile per la realizzazione di un lotto di fognatura ? Una vergogna, conflitto di interessi ? voto di scambio ? Commento inviato il 06-07-2015 alle 12:44 da Giustizia e Libertà
  • La Serracchiani che approva codici etici dovrebbe guardare al proprio nucleo con il padre baby pensionato di Alitalia e sindacalista scioperante con con altre migliaia di dipendenti romani della compagnia ha contribuito a farla fallire ! Commento inviato il 06-07-2015 alle 12:34 da Il Rompino 2 al quadrato
  • Basta ipocrisie , la Presidente Serracchiani spieghi una volta per tutte a quali e quante gare pubbliche abbia partecipato la Società Calzavara di Basiliano dove lavora suo marito proprio nella predisposizione delle offerte e degli appalti. Il codice etico vale per Cesare e per la Moglie di Cesare! Commento inviato il 06-07-2015 alle 12:30 da Il Giustiziere
  • e degli ex sindaci trombati alle elezioni che per anni hanno parlato il veneto e sbeffeggtato il furlan che vengono fatti presidenti dell'arlef ne vogliamo parlare ? (ovviamente da poco dipendente regionale pure lui ...) Commento inviato il 06-07-2015 alle 10:37 da xposure
  • Sono solo capaci di ridere ,e mangiare a tradimento,e fare i loro interessi ,alle spalle di onesti cittadini...Vergognatevi... Commento inviato il 06-07-2015 alle 09:44 da don chisciotte
  • è facile fare i professionisti e imprenditori privati e nel contempo gli amministratori regionali pagati con i fondi pubblici: o rappresentano la cittadinanza o fanno gli imprenditori privati. Questa regola deve valere per Santoro Marsilio Agnola ... ma pure per Tondo che oggi sul Messaggero Veneto ha giustificato gli interessi privati in atti pubblici di Marsilio e Agnola. Commento inviato il 05-07-2015 alle 22:28 da Anonimo
  • Come sorprendersi. La politica raccoglie i falliti delle professioni che non avendo altre strade sono pronti a immergersi nel peggior marciume (...altro che etica). Cacciamoli una buona volta! Commento inviato il 05-07-2015 alle 22:03 da totonno
  • Codice etico a questi? ma figurati sono andati lì per ottenere l'esatto contrario : mangiare, avere soldi facili e ottenere rapporti professionali preferenziali. Ma secondo voi un'amministrazione di fronte ad un bravo architetto e all'assessore regionale ai LLPP a chi darebbe l'incarico?Il più sono dei falliti che non hanno saputo trovare un lavoro, bravissimi però nel trafficare al limite della decenza e della legge. Il resto sono portaborse, alcuni non sanno nemmemno che cosa sia il patto di stabilità, tanto a che serve? Questa è la classe politica , è evidente che le cose vanno male..... Commento inviato il 05-07-2015 alle 19:48 da pluto
  • Ahahahah fanno ridere! Come muovono il tappeto esce lo sporco! Andassero a zappare! Vergonatevi tutti! Commento inviato il 05-07-2015 alle 15:36 da Anonimo

Responsabilit� dell'utente

Ogni opinione espressa dai lettori attraverso i commenti agli articoli � unicamente quella del suo autore, che si assume ogni responsabilit� civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere "Il Perbenista" manlevato ed indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato. Tutti i contributi testuali, video, audio fotografici da parte di ogni autore/navigatore sono da considerarsi a titolo gratuito.
Lascia un commento Sei Umano?

Scrivici a:

perbenista@gmail.com
PUBBLICITÀ