**
  • Home > Gossip > TURISMO FVG UMILIA ARIA DI FESTA MA LA CASTA MAGNA
  • stampa articolo

    TURISMO FVG UMILIA ARIA DI FESTA MA LA CASTA MAGNA

    13Z SCARICA PDF

    Debora Serracchiani (in foto) ripete il claim del suo vice presidente: "Vogliamo approfittare di questi quattro giorni per fare diventare la festa un Festival Agrirock". Ma cosa vuol dire, slogan a parte, in tempi di crisi, "un festival agrirock"? Una festa dove se magna e se canta con i soldi pubblici? Quanto costerà complessivamente l'evento, vetrina delle autorità politiche, e che rientro avrà? Questa volta non vogliamo lasciare spazio a facili vittimismi da parte dell'assessore alla attività produttive Sergio Bolzonello, così ci limitiamo a pubblicare (vedi allegato Pdf) una relazione ufficiale: "Il Piano del turismo della Regione Fvg 2014-2018". Vi anticipiamo alcuni passaggi estremamente significativi, stesi dai suoi stessi uffici, che forse la governatrice Serracchiani non ha avuto occasione di leggere: "Pag.10 - Aria di Festa è un festival che ha una valenza turistica a medio raggio, grazie alle gite organizzate per l'occasione dalle province e dalle regioni limitrofe. Tuttavia il ROI turistico dell'evento è esiguo se non nullo; Pag.11 - La maggior parte degli eventi organizzati in Friuli Venezia Giulia sono di carattere locale, con dimensioni turistiche limitate e per questo non in grado di generare flussi autonomi di turisti. La maggioranza delle attrattive sono classificabili come risorse di 2° e 3° livello e non possono costituire in sè una motivazione di viaggio".

  • Commenti

  • Il piano del Turismo è solo un volumetto di 101 inutili pagine che nessuno leggerà mai e rimarrà nel cassetto! La carta si lascia scrivere e potrebbe anche lasciarsi scrivere in italiano senza gl'innumerevoli termini in altri idiomi. Il "reason why_" poi, è una parola d'ordine! Perché i nostri operatori non sono invece aiutati nelle loro attività? Trovano sempre i bastoni tra le ruote, se non hanno la fortuna di avere "conoscenze in alto" ! Per qualcuno i fondi non si trovano mai, per altri si buttano in una "cassa continua". Bisogna anche ammettere che il friulano, normalmente, non ha, per natura, la mentalità del commerciante e dell'operatore turistico lasciandosi sfuggire varie opportunità. Senza parlare poi della formazione che è vista solo come una perdita di tempo. Commento inviato il 28-06-2015 alle 08:35 da Bastian contrario
  • La Zarina invece di mangiar prosciutto dovrebbe divorare qualche suo collega consigliere regionale che ultimamente Le ha fatto fare non di certo bella figura con la storia dell'albergo diffuso!!! Commento inviato il 27-06-2015 alle 16:24 da Rexton
  • Siamo d'accordo, si torni a feste autogestite, prendiamo esempio da Villacco e c'e' pure 9 euro d'ingresso. Ma li la festa e' di tutti, i giovani ci lavorano e guadagnano, tutti fannno qualcosa, da noi i giovani sono volontari, e intascano direttori varii, presidenti ect Commento inviato il 27-06-2015 alle 14:37 da luca
  • cara serracchiani, aria di festa, come si è chiamata da qualche anno a questa parte, è finita con l'avvento dell'euro. te lo dice uno che la vissuta da dentro Commento inviato il 27-06-2015 alle 10:45 da furlan di san denel

Responsabilit� dell'utente

Ogni opinione espressa dai lettori attraverso i commenti agli articoli � unicamente quella del suo autore, che si assume ogni responsabilit� civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere "Il Perbenista" manlevato ed indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato. Tutti i contributi testuali, video, audio fotografici da parte di ogni autore/navigatore sono da considerarsi a titolo gratuito.
Lascia un commento Sei Umano?

Scrivici a:

perbenista@gmail.com
PUBBLICITÀ