il Perbenista
si è rifatto
il look
Notizie flash
CLICCA SUL BANNER IN BASSO DI VIDEOTELEBLOG

ERSAAGRICOLA SPA: LA REGIONE SI ERA BEVUTA LE GARE

La Regione Fvg possiede tre importanti aziende agricole: l'azienda Vittoria di Fossanon, le aziende Marianis e Volpares con indirizzo cerealicolo zootecnico e l'azienda di Pantianicco con indirizzo vitivinicolo. Ersa negli anni 2000 ha creato Ersaagricola Fvg, una società per azioni con obiettivo di creare una gestione corretta ed economicamente sostenibile. Cosa che di fatto avvenne, con alti e bassi, fino al 2004 quando prima l'assessore Enzo Marsilio e poi Claudio Violino hanno intravisto in questa spa un'irripetibile occasione per inserire nei cda persone di stretta fiducia. Fin qui cosa anche normale, se non fosse che le alte spese di amministrazione fra importanti gettoni del cda e stipendi dirigenti misero a forte rischio la stabilità del bilancio. Risultato finale, Ersaagricola Fvg precipitò in uno stato di crisi (secondo i maligni in parte anche voluto) per giungere ad una liquidazione della società stessa e all'affitto delle aziende a soggetti privati, rigorosamente senza bandire alcuna gara. L'allora direttore dell'Ersa, Mirco Bellini (vedi foto), una volta terminato il suo mandato con l'arrivo di Sergio Bolzonello venne assunto da una delle società che hanno preso in affitto l'azienda. Marianis e Volpares (500 ettari con varie stalle) è stata presa in affitto dal Circolo Agrario di San Giorgio della Richinvelda (Pn), cooperativa che fra l'altro ha sempre venduto prodotti agricoli ma non è storicamente un'azienda. Pantianicco (105 ettari) è andata alla Cantina Sociale di Casarsa della Delizia (Pn) dove attualmente lavora l'ex direttore Ersa Mirco Bellini. A distanza di alcuni anni resta ancora un interrogativo fra gli addetti ai lavori che hanno creduto nella potenzialità di queste aziende. Per quale ragione non venne indetta una gara per l'affitto delle aziende e quali sono i termini esatti dei contratti in essere? Ci piacerebbe, se l'attuale assessore all'agricoltura, Cristiano Shaurli, che in tutto ciò non ha responsabilità, ci fornisse una risposta.