il Perbenista
si è rifatto
il look
Notizie flash
VIDEOTELEBLOG - IL NUOVO CANALE YOUTUBE DEDICATO ALLE INCHIESTE

CRITA BRUCIA VIOLINO E METTE A NUDO BOLZONELLO

Come riferito nel post precedente il consigliere regionale Claudio Violino ha ricoperto la carica di amministratore di Crita srl dalla costituzione (15 maggio 2011) in qualità di assessore all'agricoltura sino al 25 aprile 2013 (giorno della proclamazione degli eletti) e poi sino al 25/04/2013 senza alcun diritto. In data 25/11/2013 in seguito alla vittoria di Debora Serracchiani, diviene assessore all'agricoltura Sergio Bolzonello (vedi foto). Quest'ultimo risulta essere rimasto consigliere di amministrazione sino alla data del 25 maggio 2015, data comunicata alla Cciaa di Udine solo il 9 giugno 2015, cinque giorni dopo il nostro primo post. Quindi dal 25 maggio 2015 il posto nel consiglio di amministrazione di Crita srl riservato all'assessore all'agricoltura è rimasto vacante. A questo punto è chiaro che Cristiano Shaurli, vista l'incompatibilità della carica con quella di consigliere regionale, non ha nessuna intenzione di sedersi nel bollente cda di Crita srl. Questa, se ce ne dovesse essere stato bisogno, è la prova provata che le due cariche sono fra loro incompatibili. Non si è mai visto che un politico, a cui la legge riserva una carica di diritto la rifiuti; i due suoi predecessori infatti si erano ben guardati di nominare un loro delegato.