**
  • Home > Gossip > MARSILIO (PD) E LA SUA LEGGE REGIONALE AD PERSONAM
  • stampa articolo

    MARSILIO (PD) E LA SUA LEGGE REGIONALE AD PERSONAM

    63e SCARICA PDF

    Nel 2006 l'allora potente assessore regionale alla Montagna, Enzo Marsilio (vedi foto), con la legge finanziaria 2006 (Legge regionale 2/2006, articolo 8, commi da 69 a 72), aveva provveduto ad inserire ad hoc i seguenti articoli di legge 

    69. L'Amministrazione regionale è autorizzata a erogare finanziamenti a favore delle società di gestione degli alberghi diffusi di cui all'art. 64, comma 7, della legge regionale 16 gennaio 2002, n°2 .

    70. I finanziamenti di cui al comma 69 sono concessi, nella forma di contributo, entro i limiti massimi stabiliti dalla normativa europea, applicando il disposto della legge regionale 1 dicembre 1997, n°37 e sono cumulabili con altri finanziamenti previsti dalla normativa vigente.

    71. Le domande di finanziamento sono presentate alla Direzione centrale risorse agricole, naturali, forestali e montagna da società di gestione che risultano formalmente costituite ed effettivamente operative in Comuni ubicati nel territorio montano di cui all'articolo 2 della legge regionale 20 dicembre 2002, n°33 (Istituzione dei Comprensori montani del Friuli Venezia Giulia).

    72. Con regolamento di esecuzione sono determinati i criteri e le modalità di presentazione delle domande, di erogazione e di rendicontazione dei finanziamenti concessi.

    Poi aveva partecipato alla Giunta Regionale con Presidenza Illy (delibera n°743 del 7 aprile 2006) per l'approvazione del REGOLAMENTO con i criteri e le modalità di erogazione dei contributi. (Apri e vedi allegato Pdf)

    L'assessore Marsilio aveva voluto specificare con Regolamento che si trattava di contributi in conto capitale (da non dover mai più restituire alla Regione) sulle spese annualmente sostenute per personale dipendente e non dipendente, onorari a professionisti per contabilità e tributi, fideiussioni e polizze, affitto di uffici e sedi, opere edili ed arredi per gli spazi comuni, anche di tipo culturale, ricreativo e sportivo, riscaldamento, pulizia e manutenzione di sedi, uffici e unità abitative, canoni, servizi e utenze per le sedi, gli uffici e le unità abitative, arredi, attrezzattura e materiali di consumo per le sedi, gli uffici e le unità abitative, spese per hardware, software e internet, spese per promozione, pubblicità e partecipazione a fiere ed eventi....e che avrebbero potuto chiedere persino un anticipo sull'importo del contributo, fino alla misura massima del 70%... Aveva specificato che la graduatoria sarebbe stata approvata dal Direttore Centrale delle risorse agricole, naturali, forestali e montagne (comma 5 dell'art.8), all'epoca Augusto Viola. Non aveva stabilito alcun vincolo di destinazione dei beni oggetto dei contributi; poi, forse a sua insaputa, ingenuamente, ha fatto pure domanda e ha ottenuto brillantemente i contributi regionali.


  • Commenti

    12
  • ai Carnici:invece di preoccuparvi dei profughi non vi accorgete che i vostri conterranei carnici (CDA Coopca e amministratori da voi votati tipo Marsilio ma anche Tondo che ha sempre chiuso gli occhi) vi stanno riducendo al lastrico?! Commento inviato il 05-06-2015 alle 12:33 da orlando
  • Perché chi commenta non si firma con il proprio nome???! Forse perché in giro ci sono tanti codardi bravi a parlare ma senza neanche il coraggio di mostrare la faccia?? Questo già dimostra che valore possono avere le loro opinioni :) Commento inviato il 05-06-2015 alle 01:22 da Ilaria
  • Litsky hai centrato la questione, ma evidentemente a qualcuno torna comodo buttare via l'acqua sporca e il bambino. Commento inviato il 04-06-2015 alle 18:18 da Carnia Libera
  • Sono tutti complici... torniamo indietro e facciamo non mani pulite ma piazza pulita... solo denaro solo denaro solo denaro e non ne hanno mai abbastanza... perbenista indaga a fondo anche sui vertici e vedrai che schifezze escono!!! Commento inviato il 04-06-2015 alle 14:02 da gpaola3
  • Guardate i componenti del "Cenacolo" per la Carnia: questo è il futuro ... Commento inviato il 04-06-2015 alle 12:56 da Carnia Libera
  • Il concetto vero di Albergo Diffuso avrebbe dovuto mettere a sistema la ricettività di tutto un borgo, quindi camere d'albergo, appartamenti, b&b e quant'altro. Se non è così è anche grazie agli albergatori "tradizionali" che tanto si lamentano ma mai una volta fanno sistema per il bene del territorio, ma cercano solo di farsi concorrenza l'uno con l'altro e se il vicino chiude son pure contenti. Gli Ad hanno fatto turismo e creato posti letto in comuni dove non ce ne sarebbero stati o sarebbero stati comunque pochi. Certamente agli albergatori di Arta e Sauris dà fastidio perchè pensano che senza, il turista andrebbe da loro. Non hanno capito che chi va in appartamento non vuole andare in albergo. Che poi la regione avrebbe dovuto normare meglio il tutto, per esempio vincolando i proprietari non per 10 ma per 15-20 anni,in modo da escludere speculazioni edilizie, è certo. Però adesso buttar via il bambino con l'acqua sporca, mi pare troppo. E infine, queste sono le polemiche delle vacche magre, perchè se il turismo in Carnia funzionasse, ce ne sarebbe per tutti e nessuno penserebbe a far fuori la concorrenza. Commento inviato il 04-06-2015 alle 10:12 da Litsky
  • MARSILIO,MANDIAMOLO A LAVORARE A PALA E PICCONE,CHE FINO AD OGGI HA FATTO SOLO DANNI E I SUOI INTERESSI... Commento inviato il 04-06-2015 alle 09:32 da SPINA NEL FIANCO
  • Per fortuna hanno distratto dei fondi destinati all'agricoltura, se avesse adoperato altre risorse ..... Commento inviato il 04-06-2015 alle 08:14 da Robinge
  • A dire il vero sembra proprio Schettino. Speriamo non affondi tutto. Commento inviato il 04-06-2015 alle 06:53 da Anonimo
  • L'Albergo Diffuso crea indotto. Gran parte dei presidenti sono a stipendio zero. Smettiamo di piangerci addosso e lavoriamo per il territorio ed il turismo: quanti Carnici lavorano per la Carnia? Ormai siamo solo capaci di lamentarci, criticare ed aspettare. Guardiamo oltre confine e vediamo come tengono le strade ed il paesaggio. Quale è la cultura media dei nostri amministratori e dei carnici? Quanti soldi sono stati spesi per la banda larga e dove sono i risultati? Non direte che il Wifi portato nei municipi vale i soldi che sono stati spesi? Senza comunicazioni, senza cultura e senza servizi che turismo si pensa di fare? Filiera del legno? Ma se ormai i boschi e le malghe li comprano gli austriaci (e fanno bene). Aspettiamo che il problema della polverizzazione fondiaria la risolva Roma (vedi multimediale notizie)? Nessuno organizza un vero convegno sulla Carnia e se si organizza un evento di discussiibe i Sindaci, la Provincia e la Regione brillano per la loro assenza! Sveglia Carnici e ricominciare a pensare e lottare. Commento inviato il 04-06-2015 alle 02:01 da Carnia Libera
  • a ragione MAZZOLINI,chi di spada ferisce di spada perisce!!!!!! Commento inviato il 03-06-2015 alle 23:02 da Anonimo
  • ho letto il regolamento che hai allegato e sono sconvolto nel scoprire che i contributi sono al 100% per spese di personale, bollette, pulizie, internet ... quindi concorrenza sleale con le altre strutture turistiche. Questi non son mai sazi Commento inviato il 03-06-2015 alle 22:31 da Anonimo
  • Cazzo ma se queste cose sono vere questo marsilio da punti a totò riina! Commento inviato il 03-06-2015 alle 22:30 da totonno
  • ma dov'è l'Autorità giudiziaria e la corte dei conti? Commento inviato il 03-06-2015 alle 22:11 da Anonimo
  • Sembra Schettino!? Commento inviato il 03-06-2015 alle 22:06 da Anonimo

Responsabilit� dell'utente

Ogni opinione espressa dai lettori attraverso i commenti agli articoli � unicamente quella del suo autore, che si assume ogni responsabilit� civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere "Il Perbenista" manlevato ed indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato. Tutti i contributi testuali, video, audio fotografici da parte di ogni autore/navigatore sono da considerarsi a titolo gratuito.
Lascia un commento Sei Umano?

Scrivici a:

perbenista@gmail.com
PUBBLICITÀ