**
  • Home > Gossip > IL VIAGGIO IN AUTO BLU DI BOEM INGUIAIA IACOP
  • stampa articolo

    IL VIAGGIO IN AUTO BLU DI BOEM INGUIAIA IACOP

    73b

    Dopo che Il Perbenista ha reso pubblico l'utilizzo dell'auto blu del consigliere regionale Vittorino Boem (vedi foto) in occasione della cerimonia di conferimento del Premio Diacono a Cividale del Friuli, l'esponente codroipese del Pd, dalle colonne del Messaggero Veneto ha replicato: "Quella domenica il presidente Franco Iacop si trovava costretto a partecipare a tre cerimonie due delle quali cadevano alla stessa ora. Quella mattina poco prima del doppio appuntamento Iacop mi ha chiamato chiedendomi se per favore avessi potuto sostituirlo a Cividale. Era già tardi. E per evitare che perdessi tempo nel cercare parcheggio una volta arrivato là, dalla Regione mi hanno fatto sapere dell'auto blu". Ebbene, proprio dalla "Regione" ci sono arrivate alcune precisazioni in merito che sembrano rendere imbarazzante la posizione di consigliere Boem. 1) Un suo collega di banco afferma che non è affatto vero che Boem sia stato informato solo all'ultimo istante della necessità di sostituire il Presidente Iacop (Pd), bansì che la richiesta risalga ad alcuni giorni prima. In effetti i tempi tecnici necessari per organizzare una auto blu che vada a prendere qualcuno e lo accompagni da Codroipo a Cividale non possono essere troppo brevi. Parimenti Boem sarebbe stato in larghissimo tempo utile per andare con la sua vettura da Codroipo a Cividale. 2) L'auto blu, con autista, che ha accompagnato il consigliere regionale Vittorino Boem era una "vettura di rappresentanza" e non un "auto di servizio". Differenza solo apparentemente banale. Se fosse stata un auto di servizio la concessione sarebbe avvenuta da parte degli uffici della "Regione", ma trattandosi di una vettura di rappresentanza con autista l'autorizzazione è partita direttamente dal Presidente del Consiglio Regionale Franco Iacop (Pd), che non aveva alcun diritto/dovere di farlo. La vettura di rappresentanza del Presidente del Consiglio Regionale è di suo esclusivo utilizzo, ci spiegano dagli uffici regionali. Infatti, la Legge Regionale n°10/2013 prevede che ad ogni consigliere regionale spetti un rimborso forfetario per le spese di esercizio del mandato ed a questo titolo il consigliere regionale Vittorino Boem (Pd) riceve 3.500 euro ogni mese. Al Presidente della Regione Fvg, del consiglio regionale ed ai consiglieri nominati assessori il rimborso forfetario è inferiore di circa 1.100 euro al mese proprio perchè essi dispongono di una vettura con autista. Perciò il consigliere Boem, è già ampiamente e totalmente rimborsato per le spese di viaggio sul territorio regionale. Qualcuno all'opposizione, ipotizza il reato di peculato.

  • Commenti

  • Avete visto cosa è capitato a Balloch per facezie del genere? Rubare una mela o un milione sempre reato è. Commento inviato il 02-06-2015 alle 17:01 da Anonimo
  • un detto dice, a riguardo degli amministratorei, che oltre all'obbligo di essere onesti bisogna pure dare l'apparenza di esserlo. Commento inviato il 01-06-2015 alle 14:18 da al di codroipo
  • Cari concittadini come possiamo pretendere che delle persone amorali possano moralizzare le varie amministrazioni pubbliche. Bisogna cacciarli via tutti, compreso Iacop e il suo seguito! ah ah ah Commento inviato il 01-06-2015 alle 09:51 da Anonimo
  • Non dimentichiamo che tra i fedeli consiglieri regionali di Serracchini c'e' pure Franco Rotelli con precedenti noti e denunciati anche dal perbenista, e poi non dobbiamo lamentarci che i cittadini non vanno più' a votare. In mano alla Bindi sarebbe anche questo un impresentabile Commento inviato il 31-05-2015 alle 23:28 da Anonimo
  • Il primo a dover rispondere degli sprechi deve essere il Segretario Generale del Consiglio, per omessa vigilanza Commento inviato il 31-05-2015 alle 23:10 da Anonimo
  • Boem potevi andar a piedi per calar la pancia. Triste e' constatare lo spreco di denaro pubblico Commento inviato il 31-05-2015 alle 22:38 da Anonimo

Responsabilit� dell'utente

Ogni opinione espressa dai lettori attraverso i commenti agli articoli � unicamente quella del suo autore, che si assume ogni responsabilit� civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere "Il Perbenista" manlevato ed indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato. Tutti i contributi testuali, video, audio fotografici da parte di ogni autore/navigatore sono da considerarsi a titolo gratuito.
Lascia un commento Sei Umano?

Scrivici a:

perbenista@gmail.com
PUBBLICITÀ