il Perbenista
si è rifatto
il look
Notizie flash
PARENTOPOLI IN MARILENGHE AL TEATRI STABIL FURLAN

AL FRATELLO DI MARSILIO UN CONTRIBUTO DI 220MILA EURO

Con L.R. 2/2006 (art.8, commi 69-73) la Regione Fvg ha previsto di sostenere le società di gestione degli alberghi fiffusi con contributi in conto capitale. All'epoca dell'approvazione della legge regionale Enzo Marsilio (vedi foto santino elettorale) era assessore regionale alla montagna e Franco Iacop assessore regionale ai rapporti internazionali e comunitari. Anche il programma comunitario della Regione Fvg "POR FESR - 2007/2013" - Asse 4 Sviluppo Territoriale - Attività 4.2 a "Valorizzazione dell'albergo diffuso"- (vedi allegato Pdf e soffermati alla tabella evidenziata a pagina 88) prevede assegnazione di contributi europei per il consolidamento degli alberghi diffusi già esistenti, contributi importanti sugli immobili inclusi infissi, arredi ed impianti oltre ad interventi volti al recupero delle pertinenze e delle aree esterne. In molti casi sono stati realizzati in minuscoli stavoli delle vere e proprie regge con fondi pubblici, ricche di legno (la zona lo consente) e di marmi pregiati. Come è possibile notare (Allegato al decreto N.1369 del 13/7/2011), l'Albergo Diffuso Borgo Soandri per il progetto integrato percepisce 859.645,00 euro  di cui al "beneficiario finale" Alberto Marsilio (socio mobilificio e fratello di Enzo Marsilio) è riconosciuta una "spesa ammissibile" pari a 220.578,79 euro con un contributo di 110.289,00 euro, 27.020,90 in quota Ue, 57.901,93 in quota Stato e 25.366,56 euro in quota Regione Fvg. Strano caso il progetto GAST interamente finanziato al 100% dai fondi comunitari Italia Austria 2007/2013 che interessa gli alberghi diffusi di Sutrio e Sauris...ancora ccontributi. Il precedente sindaco di Sauris, Stefano Lucchini, molto vicino a Marsilio e Iacop, ha lavorato molto a favore della valorizzazione degli alberghi diffusi di Sutrio e Sauris. Secondo il suo successore, invece,  l'arch. Pietro Gremese, gli alberghi diffusi non portano ricchezza al territorio, i proprietari di immobili mettono a disposizione gli immobili per l'albergo diffuso, prendono un sacco di fondi europei e dopo dieci anni la struttura è senza vincoli e possono venderla o farne ciò che vogliono.