**
  • Home > Documenti > FVG IN RITARDO SULLA PROGRAMMAZIONE EUROPEA 2014-20
  • stampa articolo

    FVG IN RITARDO SULLA PROGRAMMAZIONE EUROPEA 2014-20

    60p SCARICA PDF

    Dobbiamo premettere un fatto molto grave: per il Programma operativo regionale POR FESR 2007-2013, alla Regione Fvg erano stati inizialmente assegnati 303 milioni di euro (vedi delibera della Giunta Regionale n.1967/2009), ma con il passare degli anni e delle irregolarità di gestione che abbiamo spesso denunciato, l'importo di 303 milioni è stato ridotto all'improvviso con un colpo di spugna a 233 milioni, (vedi delibera della Giunta Regionale n.324/2015), quindi la regione ha rimandato a Bruxelles i fondi che non aveva utilizzato. Per la nuova programmazione europea 2014-2020 alla Regione Fvg sono stati assegnati 230 milioni di euro, quindi 70 milioni in meno rispetto al 2007. Ma, non c'è mai limite al peggio, ad oggi il POR FESR 2014-2020 non è approvato e i fondi non possono ancora venire utilizzati. (Allegati Pdf). La Regione Fvg ha predisposto il programma ma si è dimenticata di preparare gli allegati e in particolare il documento S3 (la Strategia di Specializzazione della Regione). L'assessore Peroni, accortosi del guaio, si è lavato ben volentieri le mani passando lo scomodo testimone al collega Sergio Bolzonello (vedi foto). Il vice presidente, davanti alla disastrosa eredità, adesso cerca di difendersi dando la responsabilità all'Unione Europea che continua chiedere troppi documenti. Ci dobbiamo porre la domanda, a questo punto, se l'UE è esigente con la Regione FVg oppure anche con tutte le altre Regioni italiane. Le altre sono forse state più diligenti della nostra e hanno predisposto in tempo i documenti da allegare. Parola di addetti ai lavori! Sull'argomento tutti tacciono (maggioranza ed opposizione) ma a fallire rischiano di essere le nostre imprese; gli oltre 70 milioni di euro della precedente programmazione e quelli della nuova, sarebbero stati ossigeno vitale e tutti i responsabili del disastro sono premiati con posti al sole. Per non parlare, poi, del Programma Italia Slovenia 2014 - 2020 che non è stato ancora nemmeno scritto.

  • Commenti

    12
  • Bisogna raccontare che la Regione, per gestire i fondi europei POR FESR 2007-2014, ha stipulato contratti per sei milioni di euro con la società Ecosfera spa di Roma. Quando 70 milioni sono stati cancellati dal piano finanziario, i contratti con Ecosfera sono rimasti invariati, nessuno si è ricordato di ridurli in proporzione: 6 milioni di contratto per gestire 303 milioni e 6 milioni per gestire 233. Povera Regione! Commento inviato il 22-05-2015 alle 22:52 da Anonimo
  • alla gestione dei fondi europei la Regione ha incaricato dilettanti allo sbaraglio, yes men capaci di nascondere i disastri. Povero Friuli, sta affondando e Debora pensa a Roma Commento inviato il 22-05-2015 alle 22:17 da Anonimo
  • Rosy, come mai la Regione ha incaricato funzionari inefficienti dal 2008? Prima di quella data cosa è accaduto? grazie. Commento inviato il 21-05-2015 alle 20:24 da Speranzoso
  • Sono una porcheria!! E questo solo perchè il B. non voleva rinunciare ad una delega temendo di apparire "ridimensionato" agli occhi dei suoi elettori. Nel frattempo chi ci perde siamo noi, le nostre aziende, che non vedranno tornare indietro i soldi pagati con le nostre tasse e dati alla UE dallo stato italiano! Complimenti davvero!!! Commento inviato il 21-05-2015 alle 11:39 da sconforto
  • Queste sono le cose da scrivere sui giornali e raccontare al TG3!!!! Commento inviato il 21-05-2015 alle 08:54 da anonimo
  • rispondo all'anonimo delle 22.11 - soffermati sui disastri della tua regione, ma se proprio vuoi guardare gli altri, ti accorgi che stanno già distribuendo i fondi della nuova programmazione e noi siamo al palo. Prima di parlare documentati Commento inviato il 21-05-2015 alle 00:41 da euro impaziente
  • I CITTADINI ESIGONO UNA SMENTITA DA PARTE DELLA SERRACCHIANI, SI PARLA DI CENTINAIA DI MILIONI DI EURO CHE AVREBBERO POTUTO CAMBIARE L'ECONOMIA IN REGIONE Commento inviato il 21-05-2015 alle 00:34 da Anonimo
  • all'inizio dell'anno è stato chiesto all'illustrissimo Prof. Peroni informazioni sul programma Italia Slovenia 2014 2020, ma ..... la stampa e il territorio sono ancora in attesa della risposta. Speriamo arrivi una smentita dei fatti denunciati. Premesso che l'eventuale rallentamento dei tempi nella presentazione del Programma in oggetto è sicuramente addebitabile al grave ritardo accumulato dalla programmazione precedente 2007-2013; premesso che l'articolo 26, comma 4 del Regolamento dell'Unione Europea n.1303 del 17/12/2013, fissa la scadenza ultima per la presentazione dei programmi di cooperazione territoriale alla data del 22 settembre 2014; premesso che parecchi programmi di cooperazione territoriale sono già stati approvati dalla Commissione Europea e, pertanto, sono già operativi con l'apertura dei bandi e che altri sono in fase di approvazione definitiva con i relativi bandi già in programmazione per la ripartizione dei fondi; considerato che la Regione Friuli Venezia Giulia, riguardo il Programma Italia Slovenia, riveste il ruolo di Autorità di Gestione, sia nel periodo di programmazione 2007-2013 che nel successivo 2014-2020; pur essendo trascorsi quattro mesi dalla scadenza prevista dal Regolamento sopra citato, il Programma operativo Italia Slovenia 2014-2020 (con una dotazione finanziaria di 77.929.954,00 di fondi FESR a cui va aggiunto il cofinanziamento nazionale del 15% per un totale di 91.682.300,00 euro), non risulta essere stato neppure inviato alla Commissione Europea per l'approvazione; rilevato che questo grave ritardo compromette l'avvio delle procedure per il finanziamento dei progetti e la relativa assegnazione dei fondi; rammentato che già nella precedente programmazione 2007-2013 si sono verificati gravi fatti che hanno causato il disimpegno automatico di ben 6,7 milioni di euro di Fondi FESR, ai quali va aggiunta la perdita della quota di fondi del cofinanziamento nazionale; ricordato che nella precedente legislatura sono stati presentati diversi e circostanziati atti ispettivi che evidenziavano le problematiche nella gestione del Programma Italia Slovenia 2007-2013, atti ispettivi che non hanno ottenuto risposta da parte delle autorità competenti; esprimendo la forte preoccupazione che non si verifichino ritardi tali da provocare situazioni analoghe a quelle del periodo 2007-2013 che hanno causato il disimpegno automatico e il mancato avvio del bando piccoli progetti (con procedure semplificate e di valore massimo di 100.000 euro) come previsti nel Programma operativo per la Cooperazione Transfrontaliera Italia ' Slovenia 2007-2013, approvato dalla Giunta Regionale Illy con deliberazione n. 389 dell'11 febbraio 2008; ricordato che il disimpegno automatico si applica per regolamento a seguito di ritardi nell'avanzamento del Programma, tutto ciò premesso, interroga l'Assessore competente per sapere: - se corrisponde al vero il fatto che il Programma Operativo Italia Slovenia 2014 - 2020 non sia stato ancora inviato alla Commissione Europea; - quali sono le azioni che si stanno mettendo in atto per avviare il Programma in oggetto. Commento inviato il 21-05-2015 alle 00:26 da Anonimo
  • Le istituzioni di questa regione fanno semplicemente schif,: colme di incompetenti e/o mascalzoni. Commento inviato il 20-05-2015 alle 23:32 da Anonimo
  • sedici regioni in Italia hanno il POR FESR approvato, persino la Calabria. La nostra regione continua a cambiare amministratori e tecnici e a dar la colpa a Bruxelles. Debora cosa aspetti a prender in mano la situazione e a mandar a casa i venditori di fumo che ti circondano. I disastri dovevano venir affrontati dall'inizio e non venir, come al solito, nascosti Commento inviato il 20-05-2015 alle 22:52 da Anonimo
  • Peroni se ci sei batti un colpo e non continuare a nasconderti, sei pagato con i soldi pubblici Commento inviato il 20-05-2015 alle 22:27 da Anonimo
  • e' ora di finirla che gli autori dei disastri rimangano impuniti, ricoprono ruoli importanti della Regione come nulla fosse successo! Commento inviato il 20-05-2015 alle 22:25 da Anonimo
  • Andrebbe precisato che tutti i programmi (FESR-SVILUPPO E COESIOINE, COMPETITIVITA') sono in grave ritardo con buona pace di tutti Commento inviato il 20-05-2015 alle 22:11 da Anonimo
  • Ma come cazzo! Hanno bastonato Tondo per la mancata, o ritardata, programmazione e ora vengono a dire che è colpa dell'UE. Alla vergogna non c'è limite...avanti con la doppia morale! Commento inviato il 20-05-2015 alle 18:30 da lupopaziente
  • particolari sempre più agghiaccianti vengono a galla, sprechi di preziosi fondi pubblici che sarebbero potuto essere OSSIGENO VITALE per il territorio e per l'occupazione. vergogna! attendiamo speranzosi la smentita ufficiale Commento inviato il 20-05-2015 alle 17:41 da Alberto

Responsabilit� dell'utente

Ogni opinione espressa dai lettori attraverso i commenti agli articoli � unicamente quella del suo autore, che si assume ogni responsabilit� civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere "Il Perbenista" manlevato ed indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato. Tutti i contributi testuali, video, audio fotografici da parte di ogni autore/navigatore sono da considerarsi a titolo gratuito.
Lascia un commento Sei Umano?

Scrivici a:

perbenista@gmail.com
PUBBLICITÀ