**
  • Home > Gossip > DUBBI SUL "COORDINATORE" DELLA CASTA REGIONALE GASPARIN
  • stampa articolo

    DUBBI SUL "COORDINATORE" DELLA CASTA REGIONALE GASPARIN

    37g SCARICA PDF

    Il dott. Stefano Gasparin (vedi foto), dirigente locale del Pd udinese, risulta dipendente della Regione Fvg nel ruolo di funzionario categoria D. Nonostante le richieste fatte all'ufficio personale non siamo riusciti a capire in cosa consista la qualifica di "Coordinatore" riportata sul sito della Regione stessa, ma sappiamo che in virtù di tale incarico dovrebbe percepire un'indennità aggiuntiva al suo stipendio. Per i dipendenti regionali, sia a tempo pieno che part-time, vi è una specifica disciplina del pubblico impiego che limita fortemente il tipo di incarichi per quanto riguarda le incompatibilità. Tali verifiche dovrebbero ricadere fra i compiti del segretario generale Danilo Bertuzzi e del responsabile trasparenza e anti corruzione Mauro Vigini. Ad esempio, in attuazione delle norme del Dlgs 165 del 2001, per la Regione Fvg, con Dpreg 421 del 2005, è stabilito che NON possono essere autorizzati incarichi che (art.2 incompatibilità): A) generano conflitto di interessi con le funzioni svolte dal dipendente o dalla struttura di assegnazione; B) vengono effettuati a favore di soggetti nei confronti dei quali il dipendente o la struttura di assegnazione svolgono funzioni di controllo o vigilanza; C) vengono effettuati a favore di soggetti nei confronti dei quali il dipendente o la struttura di assegnazione svolgono funzioni relative al rilascio di autorizzazioni o concessioni o all'erogazione di finanziamenti. Ebbene, nonostante la normale generalità dei termini, il vice presidente della Quiete, Stefano Gasparin, è il coordinatore dell'ufficio di gabinetto della giunta regionale. Inoltre, tra i dati dell'incarico di Stefano Gasparin nel cda dell'Asp La Quiete pubblicati nella sezione "amministrazione trasparente" del sito della Regione Fvg (apri Pdf allegato e leggi), nel prospetto relativo all'anno 2011, il compenso indicato è pari a 1361,87 euro mensili per tutti i 5 anni del mandato fino ad agosto 2015. Importo questo, ben diverso ed inferiore, dagli 23.424 euro annui che risultano dai dati del bilancio del Comune di Udine e della Quiete stessa. Infine, sarebbe interessante capire come mai il dipendente categoria D, Stefano Gasparin, abbia il posto riservato alla sua auto (Audi) negli spazi per le auto istituzionali e dei direttori del piazzale d'ingresso al Palazzo di Via Sabbadini. Certi di una cortese ed immediata risposta a questi quesiti, da parte della pubblica ammistrazione regionale, ringraziamo quanti ci hanno segnalato queste "anomalie della casta".

  • Commenti

  • meno male che c'è la legge anticorruzione! la Regione in primis dovrebbe farla rispettare, visto che la campagna elettorale era incentrata sul merito e la trasparenza! Commento inviato il 14-05-2015 alle 16:30 da una barista
  • I compensi agli amministratori della Quiete devono - per legge - essere pubblicati nel suo sito Internet. Mi pare che ciò non avvenga. Il sindaco Honsell, che nomina 4 consiglieri su 5 della Quiete se ne frega altamente del funzionamento. Pensa solo ad esporre - in violazione della legge - la bandiera arcobaleno sul Municipio. Commento inviato il 13-05-2015 alle 16:22 da topo di biblioteca

Responsabilit� dell'utente

Ogni opinione espressa dai lettori attraverso i commenti agli articoli � unicamente quella del suo autore, che si assume ogni responsabilit� civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere "Il Perbenista" manlevato ed indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato. Tutti i contributi testuali, video, audio fotografici da parte di ogni autore/navigatore sono da considerarsi a titolo gratuito.
Lascia un commento Sei Umano?

Scrivici a:

perbenista@gmail.com
PUBBLICITÀ