il Perbenista
si è rifatto
il look
Notizie flash
VIDEOTELEBLOG - IL NUOVO CANALE YOUTUBE DEDICATO ALLE INCHIESTE

LA QUIETE: IL PD PROMUOVE GLI INDAGATI

Fra pochi mesi scadrà il consiglio di amministrazione dell'Asp La Quiete e il Pd sta già lavorando duro a riconferme e nuove entrate. Sembrano essere in calo le possibilità della prevista riconferma per un anno del presidente uscente Gabriele Renzulli a causa della legge Madia (quella dei pensionati). Chi ipotizzava che avrebbe potuto fare un altro anno gratuitamente è stato smentito da una lettura della legge che prevederebbe per i "presidenti pensionati" un altro giro ma come super consulenti e non ai vertici del cda. Entusiasta il vice presidente Stefano Gasparin (Pd), già collaboratore di Danilo Bertoli, Ivano Strizzolo, Gianfranco Moretton e Giorgio Baiutti. Attualmente vice presidente di Gabriele Renzulli ed in passato contestato vice presidente di Ines Domenicali (dalla quale venne anche sospeso), talent scout di Sergio Sodde e successivamente suo acerrimo avversario, Gasparin (vedi foto) ritiene un atto dovuto del Pd dopo dieci anni di vicepresidenza promuoverlo a presidente. Sia chiaro, che in questi anni di sacrificio, Stefano Gasparin, dipendente regionale con l'incarico di "coordinatore presso l'ufficio di Gabinetto della Presidenza della Regione" ha percepito e percepisce dall'Asp Quiete, un'indennità di carica annua pari a 23.424,00 euro. Se promosso dalla politica cittadina, presidente del cda, l'indennità raddoppierebbe raggiungendo ben 47.000,00 euro annui. Poca cosa, potrebbe cinicamente pensare qualcuno, se rapportati ai 120.000,00 euro annui percepiti dal direttore generale della stessa Quiete, Salvatore Guarneri, anche egli in attesa di riconferma. Attualmente, tanto il vice presidente Stefano Gasparin che il direttore Salvatore Guarneri, risultano da diversi mesi indagati per concorso nell'ipotesi di reato di concussione. Stupisce, infatti, che in attesa di aver concluso questa "avventura giudiziaria", Stefano Gasparin invece che fare un passo indietro ne voglia fare uno in avanti.