il Perbenista
si è rifatto
il look
Notizie flash
VIDEOTELEBLOG - IL NUOVO CANALE YOUTUBE DEDICATO ALLE INCHIESTE

UN VAGONE A SPESE NOSTRE PER FARLI CONOSCERE FRA LORO

Quanto è costata la riunione dei dipendenti regionali della Direzione Infrastrutture tenutasi il a Udine 20 aprile 2015? E' quello che ci stiamo chiedendo dopo le rivelazioni riguardanti il treno Trieste Udine delle 7.50 per l'occasione opportunatamente scelto e formato da Trenitalia. Occorre considerare che, su ordine del potente direttore centrale dott.ssa Magda Uliana (vedi foto), tutti i dipendenti della direzione centrale infrastrutture, mobilità, pianificazione territoriale, lavori pubblici ed edilizia della Regione Fvg (si stimano circa 200 persone) erano presenti a Udine il giorno 20/4/2015; l'incontro originariamente era stato fissato per il giorno 4 aprile 2015. Si tenga presenta, come ci viene spiegato da un solerte funzionario "pentito" che, nel calcolo dei costi si deve tenere conto, oltre che all'intera giornata lavorativa, anche del fatto che è previsto il rimborso dei biglietti ferroviari e dei mezzi pubblici per i dipendenti regionali che non lavorano a Udine, tra cui quelli di Trieste che hanno preso il noto "treno blu". Inoltre, cosa ancora più curiosa, che senso ha organizzare un incontro tra dipendenti regionali dal titolo "per conoscere la direzione, per conoscersi". Un ulteriore atto di megalomania, potrebbe apparire a quanti già erano rimasti stupiti dalla telefonata a Trenitalia per la composizione privilegiata del treno. Data l'età media lavorativa dei dipendenti regionali, era proprio necessario riunirsi un'intera mattinata a Udine, lasciando pertanto sguarniti tutti gli uffici della direzione, "per conoscersi"? Criticato da alcuni zelanti partecipanti, che fra di loro si conoscevano benissimo, anche il "siparietto cadenzato" in cui ogni dirigente raccontava con tanto di slide chi sono e cosa fanno i regionali. Forse sarebbe stato meglio se fossero rimasti tutti nei propri uffici a lavorare cercando di accorciare i tempi di rilascio dei vari provvedimanti della direzione (i treni spagnoli sono ancora in deposito) invece che presenziare a quella che, a detta di molti presenti, è parsa una celebrazione dell'assessore regionale Mariagrazia Santoro e del direttore centrale Magda Uliana.