il Perbenista
si è rifatto
il look
Notizie flash
PARENTOPOLI IN MARILENGHE AL TEATRI STABIL FURLAN

ECCO LA MAIL CHE SBUGIARDA REGIONE FVG E TRENITALIA

L'Ufficio stampa di Trenitalia scrive in una nota di aver ricevuto dalla Regione Fvg la segnalazione che sul treno del 20 aprile ci sarebbe stata una maggiore affluenza di viaggiatori e che pertanto Trenitalia ha valutato l'opportunità di sostituire il treno previsto con uno più grande. L'assessore Mariagrazia Santoro ieri parlava di una decisione presa autonomamente da parte di Trenitalia. Ma come potevano sapere i dipendenti del servizio diretto da Magda Uliana che avrebbero trovato posto grazie ad un ampliamento della capienza del treno regionale? Perchè questa informazione era già quattro giorni prima della partenza del treno, a loro conoscenza e non certo a servizio di tutti i pendolari dell'affollata tratta ferroviaria? In foto ed in allegato (apri Pdf e leggi mail originale) è possibile leggere la mail interna inviata la mattina del 17 aprile da una dipendente regionale della direzione infrastrutture in cui si scrive testualmente: " Su indicazione della dott.ssa Uliana, si comunica quanto segue: Per agevolare la logistica ai colleghi di Trieste che fruiranno del Treno per partecipare all'evento di lunedì 20 p.v. a Udine, si è provveduto ad ampliare la capienza del treno regionale veloce 6006 che parte da Trieste alle 7.50 e arriva a Udine alle 8.52, di modo da evitare sovraffollamenti e l'eventuale partenza anticipata con il treno delle 7.26". Un fatto gravissimo che dimostra un trattamento di favore da parte di Trenitalia per la casta regionale ottenuto grazie ad una telefonata di un direttore centrale, quando da oltre cinque anni la stessa tratta è perennemente affollata quotidianamente e motivo di disagio per migliaia di pendolari di tutti i ceti e tutte le età. Ancora più imbarazzante è il fatto che delle istituzioni abbiano volutamente mentito a degli organi di stampa per coprire questo spiacevole "atto di favore".