il Perbenista
si è rifatto
il look
Notizie flash
PARENTOPOLI IN MARILENGHE AL TEATRI STABIL FURLAN

IL PD FRIULANO FA IL SACCO A SERGIO BOLZONELLO

I continui terremoti del Pd nazionale scuotono anche le fondamenta di una zona notoriamente sismica come il Friuli Venezia Giulia. Una legge elettorale destinata a scontentare, non poco, l'ala bersaniana e l'ipotesi di due listoni con una decina di big democratici che se la giocheranno nella nostra regione. Data per certa la capolista Debora Serracchiani, dato per molto probabile l'altro capolista Ettore Rosato. Ed è per questo che anche il consiglio regionale inizia a porsi degli interrogativi sul successore della Serracchiani. Il vice presidente Sergio Bolzonello che, per ruolo, voti e accordi, parrebbe essere il favorito alla candidatura per la guida della Regione Fvg, ieri ha cercato sostegno dai consiglieri della sua provincia e lo ha raccolto; inattesa, invece, la doccia gelida piovuta dai colleghi del Pd udinese (vedi foto). L'accusa mossa a Bolzonello, sarebbe quella di aver dimostrato ad oggi, un'attenzione esagerata e quasi esclusiva per il suo territorio, nelle opere e nelle nomine. Non è un segreto, inoltre, che il capogruppo Cristiano Shaurli, alla pari del presidente del consiglio Franco Iacop, abbiano ben lavorato a rafforzare le rispettive correnti. Infine, c'è più di qualcuno, lassù sulla montagna, ed anche sulle colline, che vedrebbe con piacere l'indicazione dell'europarlamentare Isabella De Monte. Trieste, come al solito, fa corsa a se, interessata a blindare un eventuale posto da sottosegretario nel prossimo governo.