**
  • Home > Documenti > MAURIZIO IONICO: COOP ROSSE E GRANDI INFRASTRUTTURE
  • stampa articolo

    MAURIZIO IONICO: COOP ROSSE E GRANDI INFRASTRUTTURE

    73m SCARICA PDF

    Oggi Maurizio Ionico (Pd) , amministratore unico della Fuc, Ferrovie Udine - Cividale, si dichiara a tutti gli effetti convinto renziano fin dalla prima ora. Dal suo ultimo curriculum, depositato presso i pubblici uffici, (vedi allegato Pdf), oltre ad un'evidente cancellatura in nero, si può notare che ha ricoperto dal 1997 ad oggi sempre incarichi in consigli di amministrazione di società pubbliche di traffico su gomma: cda della Società Servizi Utenza Stradale; cda della Società Autostradale Di Venezia e Padova Spa; vice presidente della Società Pedemontana Veneta Spa; cda della Società Autovie Venete Spa. Neppure un accenno al suo stretto legame e storico rapporto professionale con il mondo delle cooperative rosse. Eppure Maurizio Ionico, già esponente di spicco dei Ds, ha collaborato a lungo con un grosso Consorzio Coop impegnato in appalti nelle società autostradali. In un'interrogazione regionale del 2007, l'allora consigliere di An, Adriano Ritossa, si spinse oltre sostenendo che Ionico "fosse dipendente con mansioni commerciali del Consorzio Ravennate delle Cooperative di produzione e lavoro, una grande impresa nazionale con oltre 600milioni di euro di volume di affari e con sede a Palmanova (dove vi è anche la sede di Autovie Venete)". Nella stessa interrogazione di Ritossa in cui chiedeva se vi si ravvisassero conflitti di interesse per l'allora consigliere di Autove Venete, Maurizio Ionico, veniva evidenziato che due coop aderenti al Consorzio Ravennate si erano aggiudicate due importanti appalti: la Coop di Modena quello del Casello di Latisana e la Coop Muratori di Carpi l'ultimo lotto della A28. Non si fece attendere la laconica replica di Maurizio Ionico: "Il Consorzio ravennate non ha mai partecipato a gare in Fvg o in Italia in vui vi fosse la possibilità che si verificasse il conflitto di interessi; le Coop aderiscono tutte a più consorzi nazionali, dopo di che ciascuna è impresa per conto suo e fa il suo mestiere". Oggi Ionico è uno dei responsabili del Pd regionale del Friuli Venezia Giulia del settore infrastrutture.

  • Commenti

  • curriculum fatto di solo chiacchere da ciò si evince che il signore in argomento non ha mai lavorato, ma avuto sempre e solo incarichi politici dovuti alla sua militanza pci-ds-pd. Un classico; a da vennì a baffone e mandarli tutti a lavorare. Commento inviato il 06-04-2015 alle 21:12 da Anonimo
  • in questo Consiglio regionale piatto, veramente manca il mitico Adriano Ritossa sempre attento a denunciare irregolarità, conflitti d'interesse e lavorare per la collettività onesta Commento inviato il 05-04-2015 alle 20:01 da Renato

Responsabilit� dell'utente

Ogni opinione espressa dai lettori attraverso i commenti agli articoli � unicamente quella del suo autore, che si assume ogni responsabilit� civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere "Il Perbenista" manlevato ed indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato. Tutti i contributi testuali, video, audio fotografici da parte di ogni autore/navigatore sono da considerarsi a titolo gratuito.
Lascia un commento Sei Umano?

Scrivici a:

perbenista@gmail.com
PUBBLICITÀ