il Perbenista
si è rifatto
il look
Notizie flash
VIDEOTELEBLOG - IL NUOVO CANALE YOUTUBE DEDICATO ALLE INCHIESTE

ASP MORO A RISCHIO NULLITA'; CDA CON IL FANTASMA

E' caos con rischio di nullità degli atti nell'Asp Moro di Codroipo; qualcuno ravvisa anche l'ipotesi di un "falso". Andiamo con ordine e cerchiamo di essere ben chiari agli amministratori ed ai soggetti terzi con responsabilità di vario titolo. Se il sindaco di Codroipo, Fabio Marchetti, decide di nominare il dott. Paolo Dri membro del consiglio di amministrazione dell'Ente Asp Moro di Codroipo, la nomina non è valida se da quest'ultimo non giunge l'accettazione con atto formale. E' infatti l'accettazione che valida la nomina. Il dott. Paolo Dri, se informato della nomina, potrebbe inviare attestato di non disponibilità per pura cortesia ma non è necessario; è sufficiente l'atto di non accettazione che consiste nella mancata firma del medesimo atto. Alla prima riunione del consiglio di amministrazione non era possibile quindi scrivere "Dri Paolo assente". Non si può scrivere "assente" perchè non avrebbe potuto essere presente in quanto la nomina non era mai stata accettata. Essendo, quindi, obbligatorio per statuto il rinnovo del Cda dell'Ente, alla partenza i componenti effettivi cioè che hanno accettato la nomina devono essere cinque. In questo caso, invece, tutto è invalidato essendo partiti in quattro. Invalidata la nomina del Presidente Andrea D'Antoni (vedi foto). Essendo, a questo punto, scaduti i termini della nomina del nuovo Cda da parte dei Sindaci d'Ambito, del Sindaco di Camino e del Sindaco di Codroipo, la "palla" passa adesso alla Regione Fvg che ha il diritto/dovere di rinnovare il cda dell'Asp MOro a suo giudizio.

Effettivamente nel Verbale di deliberazione del Consiglio di Amministrazione dell'Asp Moro, N.3 del Reg.Delib., (VEDI PDF ALLEGATO) con Oggetto: Insediamento del Consiglio di Amministrazione dell'Azienda Pubblica di Servizi alla Persona "Daniele Moro" di Codroipo, nomina del Presidente del Consiglio di Amministrazione e conferimento dei poteri al Presidente del Consiglio di Amministrazione si legge: L'anno 2015 il giorno 13 del mese di marzo alle ore 18 si è riunioto il Consiglio di amministrazione composto dai membri sottoelencati: DRI PAOLO assente, VENUTI PATRIZIA presente, MAZZOLA ALDO presente, D'ANTONI ANDREA presente, POLINI FRANCESCO presente. Assiste il Direttore Generale dott.ssa Valentina Battiston.Assume la presidenza il Consigliere più anziano, Sig. Aldo Mazzola che, riconosciuta la legalità dell'adunanza, invita i presenti a discutere e deliberare sull'argomenti indicato in oggetto. Scorrendo l'atto a pagina tre si legge testualmente: PRESO ATTO: dell'avvenuta nomina da parte dei soggetti preposti di tutti i cinque componenti il Consiglio di Amminisrazione assegnati per Statuto come segue:....DRI PAOLO nato a Udine il 18/01/1959, nominato nella carica di Consigliere di competenza del Presidente dell'Assemblea dei Sindaci dell'Ambito Distrettuale del codroipese, con Ordinanza del Sindaco del Comune di Codroipo n.32/2015, assunta al protocollo aziendale con n.2629 in data 09/03/2015... Ma come abbiamo più volte sopra detto, tutto ciò risulta non vero, in quanto il dott. Paolo Dri non ha mai accettato la nomina, tanto da aver provveduto, in data 10/03/2015, personalmente a rinunciare alla nomina nelle mani dell'Organo Giuridico che lo aveva nominato e quindi non è divenuto Consigliere di Amministrazione dell'Asp Moro in questo ultimo rinnovo del cda.