**
  • Home > Documenti > NET EUROPE: BRUSATI PROVA A SANARE LA GESTIONE PANIZZO
  • stampa articolo

    NET EUROPE: BRUSATI PROVA A SANARE LA GESTIONE PANIZZO

    54e

    Vi ricorderete che dopo la nostra lunga inchiesta su Sanicademia, qualche settimana fa la Governatrice Debora Serracchiani ne predispose la fuoriuscita da parte della Regione Fvg. Le molte analogie, dalla forma Geie al padre politico, Roberto Panizzo, alle tante similitudini fra Sanicademia Geie e Net Europe Egiz Geie, ci potrebbero cinicamente far pensare che anche il percorso di quest'ultimo progetto stia arrivando a fine corsa. Nel frattempo, abbiamo voluto intervistare il presidente di Net Europe, il prof. Luca Brusati (vedi foto), che cordialmente ha accettato di rispondere alle nostre domande:

    Professore, quali sono state le ragioni per cui lei è stato individuato e nominato presidente di Net Europe?

    Se fa riferimento alle ragioni per cui sono stato scelto come rappresentante della Regione nel cda, credo dovrebbe chiederlo a chi mi ha nominato e non a me. Perarltro presumo mi abbiano scelto in virtù dell'esperienza nella gestione di progetti internazionali in materia di sanità. Ho lavorato per due anni all'Organizzazione mondiale della sanità, oltre che come consulente per Unicef, Banca Mondiale e Unione Europea e in oltre trenta Paesi del mondo. La scelta del cda di nominare me Presidente con ogni probabilità dipende dal ruolo di leadership della Regione in Net Europe.

    In che data è subentrato al fondatore Roberto Panizzo (un medico)?

    Alla scadenza del suo mandato, ovvero nel maggio 2012.

    Al suo arrivo che situazione ha trovato in Net Europe?

    Da un lato, una serie di progetti transfrontralieri pensati davvero bene, che poi infatti siamo riusciti a implementare rapidamente e - ccredo di poter dire - con risultati più che soddisfacenti. Dall'altro, una serie di ritardi e di relazioni non facili con altri uffici della Regione, eredità delle tensioni e del blocco decisionale conseguiti alla citazione in giudizio - poi archiviata dalla Procura - che aveva interessato il mio predecessore.

    Le risulta che alla costituzione di Net Europe il dott. Eztok Skerlic rappresentasse una srl slovena?

    Corretto. Una srl slovena mi pare però molto riduttivo: si tratta dell'incubatore di impresa controllato all'80% dall'Università del Litorale, cioè di una università pubblica, indicata come partner dal Ministero della Sanità sloveno (la normativa slovena non prevede che esistano GEIE solo con partner pubblici, che era l'ipotesi originaria perseguita dalla Regione Fvg).

    Secondo Lei sono compatibili le due posizioni, beneficiario dei fondi del Programma Italia - Slovenia e di responsabile del Segretariato Tecnico congiunto del medesimo programma Italia - Slovenia?

    Ovviamente no, se fossero posizioni occupate contemporaneamente. Altrettanto no, se il dott. Skerlic fosse stato prima finanziatore e poi finanziato. Ma se un finanziato viene poi scelto, in virtù delle sue competenze professionali, per lavorare con il finanziatore, non vedo il problema.

    Quali sono gli attuali partner della Regione Fvg in Net Europe?

    Sono il già citato Centro Universitario per lo sviluppo e incubatore universitario del Litorale e il Centro Europeo per la Collaborazione Economica Transfrontaliera.

    Il GEIE ha un'analogia con il GECT?

    L'obiettivo è lo stesso: superare la discrasia che si verifica in molti progetti internazionali, per cui a parole si collabora, ma in pratica ciascuno svolge le attività previste senza davvero rapportarsi coi partner stranieri. Un Geie transfrontaliero, così come il Gect Go, si presenta alle controparti italiane come se fosse un partner italiano, e alle controparti slovene come se fosse un partner sloveno.

    La normativa europea prevede che i beneficiari di fondi comunitari abbiano capacità finanziaria per sostenere le spese del progetto prima del rimborso. Chi ha dotato di capacità finanziaria Net Europe?

    Net Europe è un Geie, cioè l'equivalente di un consorzio o di una joint venture, ancorchè con carattere sovranazionale; la capacità finanziaria richiesta dalla normativa in materia di fondi europei è garantita dai soci.

    Net Europe ha restituito i capitali anticipati dalla Regione Fvg?

    Semmai dovrebbe farmi la domanda opposta. Net Europe ha anticipato dei capitali (ottenuti grazie a fidejussioni bancarie) per la realizzazione delle attività di sua competenza dei progetti transfrontalieri su cui era coinvolta. Il Programma Italia - Slovenia ora sta verificando l'ammissibilità di tutte le spese rendicontate; completata questa verifica avverrà il rimborso.

    Le pare che lo Stato italiano abbia fatto beneficienza alle due srl (Doo) slovene avendo cofinanziato con il 15% di tutte le spese del Geie e quindi non solo la parte della Regione Fvg (il 40% della quota spesa della Regione, ma anche del 60% di pertinenza delle die srl slovene). Sappiamo cher i progetti comunitari sono finanziati al 100%, l'85% con i fondi comunitari e il restante con il cofinanziamento automatico dello Stato dove ha sede il beneficiario.

    Quelle che Lei chiama spese "del Geie" non sono spese "del" Geie o dei suoi soci ma spese riguardanti le attività progettuali che Net Europe ha svolto, sia in Italia, sia in Slovenia: per esempio, il noleggio delle apparecchiature utilizzate per sperimentare il telemonitoraggio dei pazienti cardiopatici, affidate poi in comodato alle Asl. Essendo Net Europe basata in Italia, lo Stato italiano ha finanziato il 15% delle spese relative ad alcune attività che hanno beneficiato ospedali e pazienti sloveni. Siccome però Net Europe è soggetto di imposta in Italia, anche per le spese sostenute in Slovenia il fisco italiano ha incassato l'Iva ed altri tributi, ovviamnete ad aliquote superiori al 15%. Poichè di mestiere insegno economia aziendale ho fatto un pò di conti: il beneficio fiscale che la Regione Fvg, grazie alle percentuali di ompartecipazione, ha ottenuto dal fatto che Net Europe abbia sede a Trieste, calcolato con l'Iva al 21%, era di poco inferiore a 180mila euro, ai quali va sommato l'extra gettito per il governo nazionale.





Responsabilit� dell'utente

Ogni opinione espressa dai lettori attraverso i commenti agli articoli � unicamente quella del suo autore, che si assume ogni responsabilit� civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere "Il Perbenista" manlevato ed indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato. Tutti i contributi testuali, video, audio fotografici da parte di ogni autore/navigatore sono da considerarsi a titolo gratuito.
Lascia un commento Sei Umano?

Scrivici a:

perbenista@gmail.com
PUBBLICITÀ