il Perbenista
si è rifatto
il look
Notizie flash
VIDEOTELEBLOG - IL NUOVO CANALE YOUTUBE DEDICATO ALLE INCHIESTE

LEGA NORD: SCOPPIA IL CASO DELLA SEGRETARIA MUSULMANA

La voce in Lega Nord girava da tempo, ma in questi ultimi mesi, dalla segreteria federale Salvini, si è sparsa a macchia d'olio fra le sezioni. Recentemente il capogruppo alla camera dei padani ha manifestato nel capoluogo friulano assieme ai vertici e alla base del partito indossando una t-shirt con la scritta STOP-INVASIONE, DIFENDIAMO I CONFINI (vedi foto). A Udine sono state chieste verifiche sui contratti di affitto per tenere monitorata la situazione delle abitazioni, nelle zone dove gli stranieri ufficialmente residenti sono già maggioranza. Controlli a tappeto passati attraverso l'anagrafe e le forze d'ordine. Divenne un caso nazionale, qualche anno fa, un post su Facebook di un ex consigliere comunale udinese della Lega Nord, poi allontanato dal movimento, che insultava violentemente una donna musulmana. Massimiliano Fedriga, ormai ospite fisso in tutte le trasmissioni televisive a cui non partecipa direttamente Matteo Salvini picchia duro contro stranieri non in regola, clandestini, musulmani. Casapound si ritrova in molte posizioni ideologiche della Lega di Salvini. Eppure, è proprio da un paio di sezioni leghiste del Friuli Venezia Giulia che si diffonde la voce secondo cui un noto esponente leghista del territorio avrebbe esercitato tutto il suo potere per mettere in regola, tramite una cooperativa, una ragazza araba di fede musulmana e successivamente stipendiarla direttamente o indirettamente con denaro proveniente dalla Lega Nord. "In Lega - ci spiega uno dei militanti infastidito dalla notizia - chi sbaglia paga; se è saltatao Tosi figuriamoci qualcun altro".