il Perbenista
si è rifatto
il look
Notizie flash
PRESTO LA RELAZIONE GIURATA DEL DOTT. FABIO ZULIANI

ARROGANTE MAIL DI VIDALI: DUE STIPENDI ZERO TEMPO

Venerdì 27 febbraio alle ore 21 andrà in onda su Free, Il Perbenista Talk Show; la puntata sarà dedicata al Mondo della Cultura Regionale e avrà illustri ospiti fra cui il presidente della commissione cultura del consiglio regionale FVG Enzo Martines, il direttore Ert Manzoni, Diana Barillari della Accademia Nico Pepe, Giancarlo Velliscig di Euritmica, Angela Felice del Centro Sudi Pier Paolo Pasolini ed altri nomi di lustro. Fra i vari ospiti abbiamo ritenuto doveroso e corretto invitare anche il direttore del Fondo Audiovisivo Regionale Fvg, nonchè neo presidente del Teatro Giovanni da Udine, Paolo Vidali (vedi foto). A differenza di tutti gli altri invitati, il sig.Paolo Vidali non ha voluto ci venisse dato il suo cellulare, così lo abbiamo contattato via mail. Nella prima risposta (vedi allegato Pdf mail originale) Vidali declina l'invito scrivendo "Per precedenti impegni, giovedì 26 non sono disponibile". Alla seconda mail, in cui diamo la nostra disponibilità a raccogliere un suo contributo mandando un operatore televisivo dove e quando fosse gli andato bene, Paolo Vidali ci risponde " Sfortunatamente nella mia genda non trovo spazio per la Sua telecamera. Forse nella seconda metà di maggio, se sarà ancora in onda, potrà provare a ricontattarmi" (vedi allegato Pdf). Lo scambio di mail fra noi e Vidali avviene per conoscenza diretta anche con i seguenti indirizzi mail: Thomas Bertacche (Cec -  Tucker Film), la governatrice Debora Serracchiani, il consigliere comunale Adriano Ioan, il direttore del Messaggero Veneto Tommaso Cerno, l'onorevole di Sel Serena Pellegrino, il presidente della commissione cultura del comune di Udine Andrea Castiglione, il capogruppo di Sel Andrea Sandra, il capogabinetto del presidente del consiglio regionale Giorgio Baiutti e il capogabinetto del presidente della Regione, Agostino Maio. Alcuni degli ospiti della puntata in onda venerdì sono rimasti stupiti dall'arroganza e dal tono di questa mail, in quanto scritta ad una testata giornalistica da una persona che ottiene due stipendi da nomine pubbliche. Viene da chiedersi come può una persona che intende ricoprire cariche di rappresentanza e relazioni trattare in questo modo chi lavora a programmi di pubblica informazione. Ma soprattutto cosa vuole dire Vidali specificando "spazio per la Sua telecamera" e "se sarà ancora in onda forse...potrà provare"?